Comunicato stampa di Solidarietà ai dipendenti del pastificio Villa Italia | Caritas Diocesana

Caritas Diocesana

Comunicato stampa di Solidarietà ai dipendenti del pastificio Villa Italia

Da pochi giorni è passato il Capodanno e le immagini televisive che ci hanno riferito sul modo di trascorrerlo nelle diverse località lo hanno raccontato unicamente in relazione alle più importanti capitali del mondo occidentale.
Se i telegiornali ci avessero riferito di come in quelle ore vivevano gli alluvionati del Bangladesh o i contadini di un villaggio africano, ma anche della precarietà di tante famiglie italiane prive di lavoro e perciò di reddito, tutti avrebbero avuto un’idea più chiara di come la struttura sociale e l’organizzazione del lavoro su questo nostro pianeta siano profondamente ingiuste e presentino i caratteri dell’ineguaglianza e della discriminazione.
Restringendo il campo al territorio della Diocesi di Trivento, siamo profondamente preoccupati per i giovani inoccupati e per i tanti lavoratori che vedono il loro posto messo in crisi da imprenditori incompetenti e da politiche del lavoro inefficaci.
Qualche mese fa è emersa in particolare la situazione di crisi al calzaturificio di Poggio Sannita(IS), mentre in questi giorni assistiamo al blocco della produzione nel pastificio Villa Italia di Trivento, i cui ventuno dipendenti non percepiscono salario da tre mesi e sono stati costretti a trascorrere le festività natalizie presidiando i cancelli dello stabilimento.
A parte la presenza di alcuni esponenti del mondo politico e di qualche organo d’informazione ci è parso che in tale vicenda l’attenzione pubblica non abbia visto livelli accettabili.
A questi lavoratori vogliamo esprimere la nostra solidarietà, ma anche l’augurio forte che nel nuovo anno il loro rapporto di lavoro con l’azienda si risolva al più presto, magari grazie anche all’intervento di tutte le forze politiche regionali che sollecitiamo ad un impegno costante in tale direzione.
A tutti i cittadini della Diocesi di Trivento ed in particolare ai cristiani chiediamo di manifestare sensibilità per i problemi del mondo del lavoro e di essere vicini ai lavoratori che vivono situazioni di difficoltà.
La solidarietà e la condivisione sono un dovere civico per tutti ed in particolare per chi dice di credere in quel Cristo che è venuto nel mondo per affermare tali principi come valori da porre a fondamento dell’esistenza.
Questi uffici pastorali, intanto, nello stile che ha sempre caratterizzato la concretezza del loro impegno per la costruzione di una società giusta ed a misura d’uomo si adopereranno perché i temi del mondo del lavoro siano sempre all’attenzione dell’opinione pubblica e del dibattito culturale e politico.

Sac. Alberto Conti
(Direttore Caritas Trivento)
Prof. Umberto Berardo
(Direttore ufficio problemi sociali e lavoro)
Caritas Diocesana di TriventoCastelguidone (CH), 5 gennaio 2007

Ultime news

  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Recensione del Libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Spopolati e senza più servizi. I 40 Comuni dimenticati

    18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia