Policoro e filiera dell'evangelizzazione: AdC a confronto | I Progetti

I Progetti

Policoro e filiera dell'evangelizzazione: AdC a confronto

Risorse, difficoltà, segni e sogni nel Progetto Policoro. Sono stati questi i temi al centro della tavola rotonda che si è tenuta a Roma il 26 e 27 gennaio 2008 durante la giornata della progettazione sociale del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica.

Giuseppe Patta, segretario diocesano del Mlac di Alghero – Bosa, ha aperto la riflessione dal titolo “Ipotesi di animazione di comunità: la filiera dell’evangelizzazione nel Progetto Policoro” mettendo in evidenza il valore del progetto che, nella vita dell’AC, non si sostituisce al cammino dei settori, ma anzi lo arricchisce portando in esso nuovi temi.
Una breve presentazione del Policoro è stata fatta, poi, da Paola De Lena, animatrice di comunità della diocesi di Termoli – Larino e vice presidente del Settore Giovani diocesano. Dopo aver ricostruito la storia del progetto e dopo averne tracciato le caratteristiche principali, Paola si è soffermata sul rapporto tra i diversi soggetti della filiera dell’evangelizzazione con specifico riferimento all’Azione Cattolica, che deve imparare a vedere nel Policoro uno strumento, una sorta di “pungolo che mantiene viva l’attenzione dell’associazione sul tema del lavoro, soprattutto in quelle diocesi in cui non è presente il Movimento Lavoratori”.
A farle eco sull’importanza della filiera dell’evangelizzazione è stato Luigi Fantini, già animatore della diocesi di Trivento, che ha sottolineato con forza ciò che contraddistingue Policoro da una qualsiasi agenzia che si occupi di lavoro: la centralità della persona considerata come tale e non come semplice utente che usufruisce di un servizio. Questo permette all’animatore di comunità di portare avanti una progettazione che parta dalla motivazione e dalla conoscenza personale dei giovani. In questo modo, per dirla con le parole di Mons. Brigantini giustamente citate da Luigi, si può “ancorare il segno ad un sogno”.
Strumento prezioso di elaborazione e condivisione delle idee presentato da entrambi gli animatori molisani, è stato quello dell’equipe regionale del Policoro costituita dagli animatori di comunità e dai giovani più sensibili da essi individuati sul territorio. Con l’aiuto della Gioc, essi programmano le attività per il territorio, lasciando poi a ciascuna equipe diocesana il compito di metterle in pratica, adattandole alle esigenze specifiche della comunità.
Con l’intervento di Antoni Petraroli, prima animatore e oggi tutor della diocesi di Brindisi – Ostuni, si è scesi nella concretezza di quei segni che già Luigi aveva richiamato. Raccontando la sua esperienza, Antonio ha ricordato ai presenti il compito primo ed essenziale di Policoro: sensibilizzare, seminare, dare speranza. Da qui l’intuizione, nella diocesi di Brindisi – Ostuni, di “sfruttare” ciò che la Chiesa diocesana ha già a disposizione e la nascita dei “Corsi per tutor dei beni ecclesiastici” e per la “Gestione e catalogazione dei beni ecclesiastici” in cui sono transitati e sono stati formati giovani anche estranei alla vita delle parrocchie, delle associazioni e dei movimenti. “Ecco allora – ha raccontato Antonio – che Policoro diventa uno strumento che da un lato mobilita gli uffici diocesani che vedono fermento intorno a loro e si sentono stimolati nel proprio lavoro e dall’altro insegna un modo nuovo di fare evangelizzazione partendo dalla formazione dei giovani, ma senza rinunciare a testimoniare i valori evangelici che ne sono alla base”.
Una tavola rotonda composita, dunque, ma che, alla luce del vissuto degli animatori di comunità e grazie all’attenzione dimostrata dal Movimento Lavoratori, ha saputo diventare uno spazio proficuo di condivisione e di progettazione del Policoro, partendo dall’impegno concreto degli animatori sul territorio.

Paola De Lena
Animatrice di comunità della diocesi di Termoli – Larino
Vice presidente del Settore GiovaniPaola De LenaRoma, 6 febbraio 2008

Ultime news

  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
  • descrizione

    Le Comunità Neocatecumenali salutano il nuovo Vescovo Claudio

    Trivento, 13 ottobre 2017News
  • descrizione

    Frosolone: Don Luigi Ciotti ricorda Rita Atria in un incontro che fa memoria delle stragi di Capaci e via D'Amelio

    Frosolone, 11 ottobre 2017News
  • descrizione

    Una chiacchierata tra Alda Belletti e Don Costantino Carnevale

    Capracotta, 10 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia