Parole d’attesa per il nuovo anno liturgico | Riflessioni

Riflessioni

Parole d’attesa per il nuovo anno liturgico

Parole d’attesa per il nuovo anno liturgicoParole d'attesa per il nuovo anno liturgicoQuando senti parole dette da altri, fresche, scavate nella roccia, che leniscono affanni… tu aspetti solo di essere grande abbastanza, magari aspetti di prendere la patente, ma che sia quella giusta, quella della tua vita spirituale!

Se ti rivolgono parole stantie, sfilacciate, rappezzate, inutili, stanche, vigliacche intanto tu aspetti solo di fare un bel sei al super enalotto… o aspetti ancora che la tua squadra vinca due a zero?

Quante parole urlate, gridate al vento, inascoltate… ma tu non aspettare la prossima puntata dell'ennesimo telefilm che si interrompe sempre sul più bello, datti da fare e non aspettare ancora, datti da fare e trovati un lavoro.

Inorridisci se ti dicono parole non parole, taciute, fredde come il marmo e distillate con ferocia… aspetta che si chiuda quella porta, così che possa aprirsi davanti a te un portone.

Di fronte a tante parole aride, infinite, tormentate, infingarde e aspetta sempre che la giustizia faccia il suo corso (ed è garantito che tu non aspetti… invano).

Qualcuno ti rivolge parole giocose, sussurrate, coraggiose, calde come la sabbia del deserto, e tu allora aspetta che passi la tristezza… aspetta che arrivi la gioia.

Non pronunciare mai tu parole che tagliano, crudeli come un tradimento, che tormentano… perché ogni sera tu aspetti di tornare a casa dal lavoro, per abbracciare i tuoi figli.

Ma alcune tue parole, quelle sì, non tenerle chiuse, avare, in cassaforte: esse sono ricche, son buone come il pane, come un fresco sorriso… proprio come quando aspetti lo stipendio o aspetti i saldi di fine stagione

Ci siano per te sempre parole giocate sul filo del desiderio, sfumate nel canto del piacere. … come quando aspetti il fine settimana, aspetta con fiducia e così anche per te la ruota finalmente girerà in tuo favore.

Quante parole che Lui ha donato a me, ma che giacciono morte… per mancanza di linfa, di grazia, per mancanza d’amore!

Si anche io, anche tu, anche noi aspettiamo sempre, perché aspettiamo l'AMORE!di don Mimì FazioliTrivento (CB), 19 novembre 2010

Ultime news

  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Recensione del Libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Spopolati e senza più servizi. I 40 Comuni dimenticati

    18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia