Scandali amministrativi… politici impiccioni e spreconi | Riflessioni

Riflessioni

Scandali amministrativi… politici impiccioni e spreconi

Scandali amministrativi… politici impiccioni e spreconiScandali amministrativi... politici impiccioni e spreconi Abbiamo trascorso un fine settembre abbastanza infuocato, durante il quale ci siamo ritrovati un po' tutti con notizie e dati impolverati di scandali amministrativi e cerchiamo il riscatto con una buona spolverata di autentica verità.

Non basta che noi fedeli e sacerdoti della chiesa italiana siamo ormai delusi e stanchi di questa classe politica, perché, tanto al centro come in periferia, tanto al Nord come al Sud, fatti preoccupanti evidenzianti "immoralità e il malaffare" vengono alla ribalta giorno dopo giorno, come puntate di una selvaggia telenovela.

Intanto, mentre ai partiti cattolici, o sedicenti tali, viene raccomandato che non possono scendere a compromessi magari alleandosi con forze esplicitamente contrarie ai loro valori, ci ritroviamo con le belle dichiarazioni di un ministro sulla scuola di religione, esternazioni che hanno tutto e solo il profumo di ateismo latente.

Per non parlare in questi giorni di come la chiesa si senta ferita per "l'imposizione simbolica" che sono i registri per le unioni civili che, a partire da Milano fino giungere a L'Aquila, alcuni Comuni italiani stanno istituendo.

Il cardinale Angelo Bagnasco bene ha fatto, nella prolusione al Consiglio episcopale permanente della Conferenza episcopale italiana, quando ha ribadito che la crisi economica non è stata superata, ma continua a mordere l'Italia, infatti "la vita della gente è già segnata in modo preoccupante", ed "è chiaro interesse di tutti che il governo votato dal Parlamento adempia ai propri compiti urgenti, e metta il paese al riparo definitivo da capitolazioni umilianti e altamente rischiose".

Il presidente della CEI ha detto senza mezzi termini: "Da tempo parliamo di una nuova generazione di politici cristianamente ispirati; chiediamoci se ci siamo preoccupati di sostenerne la vita spirituale, affinché sia capace di ispirare la testimonianza di comportamenti coerenti. Ma capace anche di dire una parola chiara in grado di rendere conto, di argomentare senza complessi così da accompagnare l'agire. Fuori da questa dinamica non ci sarà leadership in senso credente, e il coinvolgimento nella costruzione della città terrena rimarrà un simulacro dichiarato, ma vuoto".don Mimì FazioliTrivento (CB), 2 ottobre 2012

Ultime news

  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
  • descrizione

    Le Comunità Neocatecumenali salutano il nuovo Vescovo Claudio

    Trivento, 13 ottobre 2017News
  • descrizione

    Frosolone: Don Luigi Ciotti ricorda Rita Atria in un incontro che fa memoria delle stragi di Capaci e via D'Amelio

    Frosolone, 11 ottobre 2017News
  • descrizione

    Una chiacchierata tra Alda Belletti e Don Costantino Carnevale

    Capracotta, 10 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia