A fine settembre, chi è esperto non viaggia mai scoperto, soprattutto spiritualmente! | Riflessioni

Riflessioni

A fine settembre, chi è esperto non viaggia mai scoperto, soprattutto spiritualmente!

A fine settembre, chi è esperto non viaggia mai scoperto, soprattutto spiritualmente!A fine settembre, chi è esperto non viaggia mai scoperto, soprattutto spiritualmente! “ O Signore, nostro Dio,
quanto è grande il tuo nome su tutta la terra:
sopra i cieli si innalza la tua magnificenza”.


Pensavo di cominciare a scrivere ‘Benvenuto autunno, con i tuoi colori caldi del sole al tramonto e la dolce tua aria frizzantina...

E’ finita l’estate ed è vero ci sono stati, finora, momenti tristi e momenti belli, in tutti dovrei essere tanto forte da andare sempre avanti, forte da non rimpiangere quel poco che mi manca, forte da apprezzare quello che fortunatamente possiedo, forte da non nascondere la mia debolezza, forte per non arrendermi mai, perché so bene che arrendersi, per un prete, è come morire!

Proprio mentre mi soffermo a guardare il cielo in questa prima giornata piovosa e grigia di autunno, riesco a capire bene che lassù, da qualche parte, Tu mi stai guardando anche se le fastidiose gocce di pioggia si confonderanno con le mie lacrime per un cammino iniziato e mai finito, per quelle sbandate estive e capricciose, per quelle giornate perse, bruciate nel tiepido sole dell’apatia. 

Più o meno come coloro che non Ti conoscono e altro non fanno che fasciarsi il capo con tante melanconie, pur continuando a disperdersi nelle strade dove il chiasso regna dalla mattina alla sera e, in certi giorni, anche dalla sera alla mattina!

Com'è bello, perciò, pregarTi bagnato dalle gocce di rugiada mattutina, che si posano su di me e che mi danno nuove emozioni, che leggere mi cullano nel chiarore del mattino... e mi invitano a pensarTi e a sentirTi parte di me, Tu che hai scelto di essere nel mio cuore, con la mia anima che Ti abbraccia in un solo pensiero, forte e delicato, che timidamente io chiamo amore...

Tu sì che riempi la mia anima, perché sei per me musica celestiale, sei lieve come le angeliche note di uno spartito da Te composto e che insieme eseguiamo, mentre Tu fai risuonare tutto il tuo amore divino sulle corde a volte melodiose a volte stonate della mia vita... Solo Tu, Signore, sai riempire di vera felicità i miei momenti più intimi, che rivivrò ancora e sempre di più nel raccoglimento personale, nel religioso silenzio e nella preghiera fiduciosa.Don Mimì FazioliTrivento (CB), 27 settembre 2015

Ultime news

  • descrizione

    Trivento ricorda con ammirata venerazione il Vescovo mons. Epimenio Giannico

    Trivento, 20 ottobre 2017News
  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Recensione del Libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Spopolati e senza più servizi. I 40 Comuni dimenticati

    18 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia