La carità negli sposi: la gioia di amarsi e dare vita. | News

News

La carità negli sposi: la gioia di amarsi e dare vita.

La carità negli sposi: la gioia di amarsi e dare vita.Nel contesto generale dell’Esortazione Apostolica che non ha principalmente un intento dottrinale, ma pastorale, un dialogo cioè del Papa coi pastori della chiesa e con le famiglie di tutto il mondo, il capitolo quarto ne rappresenta il cuore pulsante da cui tutto parte e che tutto illumina: la carità così come è narrata da Paolo nel suo famoso inno della lettera ai Corinti (1 Cor 13, 1-13).

La carità, qui intesa come amore gratuito (chàris), che arde nel cuore stesso della Trinità e che si rivela in Gesù, Verbo fatto carne”, che lo “spinge” (2Cor 5,14) come Sposo fino a donarsi totalmente e per sempre sulla croce alla sua Sposa, la Chiesa-umanità (Ef 5,25). Di questa stessa carità sono dotati gli sposi col sacramento del matrimonio e ne sono segno concreto nella storia. Di questo stesso “roveto ardente” sono “gravidi” gli sposi nella loro relazione sponsale. Quale “miniera d’oro” custodiscono gli sposi uniti in Cristo Sposo! Quale “centrale elettrica” ad altissima tensione portano in se un uomo e una donna uniti nel Sacramento del Matrimonio! Tant’è che Paolo, contemplando la relazione d’amore di una coppia di sposi, esclama stupito: veramente “questo mistero è grande”(Ef 5,32).

E’ meraviglioso come papa Francesco, riprendendo le espressioni dell’inno dell’ Apostolo, concretizza e incarna la carità, contemplata in Cristo Gesù, nelle relazioni della vita di coppia e di famiglia. Una carità che si fa pazienza, benevolenza, che non si vanta, che perdona, che si rallegra del successo dell’altro, che tutto scusa, sopporta, spera ed ha fiducia..... Gli esempi concreti di vita di coppia e di famiglia che il Papa porta sono così quotidiani e comuni che si possono ritrovare in ogni famiglia. Una carità, la cui sorgente è Dio stesso e che viene “effusa agli sposi dallo Spirito Santo” (Rom 5,5), che passa nella concretezza degli affetti, di tutta la gamma delle emozioni, degli sguardi, gli atteggiamenti, le scelte, i comportamenti, le relazioni, nei rapporti sessuali e nella sua dimensione erotica. Tutto in una coppia, impregnato della carità divina, diventa sacro e santificante perfino il litigare che si trasforma in occasione di crescita. Questa è la via della santità tipica degli sposi: esprimere, essere segno concreto della carità di Cristo-Sposo verso la Chiesa-Sposa. E’ una santità che cresce e si esprime tra baci e litigi, abbracci e musi appesi, pannolini e notti insonni, preghiera e lavoro, cucina e camera da letto, visite mediche e colloqui coi professori, rapporti sessuali e astinenze, cene con amici e partecipazione alla mensa eucaristica...... La carità che lo Spirito Santo ha effuso nel cuore degli sposi col Sacramento del matrimonio è il filo d’oro che lega e vivifica tutti questi momenti e situazioni per un cammino di crescita di santità coniugale.

Quale patrimonio ha da regalare all’umanità una coppia di sposi unita nel Sacramento del Matrimonio! A questo punto che Papa Francesco considera che la carità, donata dallo Spirito Santo agli sposi, diventa feconda (capitolo quinto), si dilata, trabocca e dona vita prima di tutto nei figli e poi in una fecondità allargata al corpo della Chiesa e della società che hanno estremamente bisogno di questa insostituibile testimonianza e linfa vitale per sopravvivere e crescere in umanità e grazia.

Questa visione della vita di coppia e di famiglia che il Papa descrive,  concreta e reale,  illuminata e vitalizzata dalla carità del sacramento del Matrimonio, comunica speranza, futuro, fiducia, gioia.... la vera gioia dell’amore (amoris laetitia).Don Gigino PrimianoTrivento, 29 maggio 2016

Ultime news

  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
  • descrizione

    Le Comunità Neocatecumenali salutano il nuovo Vescovo Claudio

    Trivento, 13 ottobre 2017News
  • descrizione

    Frosolone: Don Luigi Ciotti ricorda Rita Atria in un incontro che fa memoria delle stragi di Capaci e via D'Amelio

    Frosolone, 11 ottobre 2017News
  • descrizione

    Una chiacchierata tra Alda Belletti e Don Costantino Carnevale

    Capracotta, 10 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia