I Progetti
Progetto "Prendi il largo..."
Prendi il largo...Attività Un po' di storia
In settembre 2002 partecipando alla settimana biblica organizzata dalla CEI, insieme a don Vincenzo Lalli, e ascoltando le testimonianze degli animatori dei gruppi biblici di varie diocesi d'Italia ci venne l'idea di proporre anche nella nostra Diocesi una esperienza del genere che potesse essere utile per rivitalizzare le nostre comunità parrocchiali ripartendo dalla Parola di Dio.
In quella occasione contattammo i Missionari di Rho della Diocesi di Milano che da anni, dietro lo stimolo del Card. Martini, stavano portando avanti l'esperienza dei Gruppi di Ascolto della Parola di Dio, animata dai laici e fatta nelle case. Questa esperienza ci sembrava quella più rispondente alla nostra realtà diocesana. In accordo col Vescovo Santucci, invitammo don Gianfranco Barbieri, responsabile di questo progetto dei Missionari di Rho, a venire a presentare questa esperienza nella nostra Diocesi.
Un primo contatto di don Gianfranco con tutti i parroci della Diocesi avvenne in occasione del ritiro del Clero nel dicembre 2002 in cui illustrò la proposta al Vescovo e ai sacerdoti e si decise di fare prima di tutto noi sacerdoti un corso per animatori nel prossimo Convegno presbiterale diocesano.
A giugno 2003 nel Convegno di Sepino sperimentammo tra noi sacerdoti guidati da don Paolo Sartor, missionario di Rho, il metodo da loro proposto e decidemmo, come presbiterio di avviare questa esperienza in Diocesi per quelle parrocchie che lo richiedessero. In questa occasione il Vescovo Santucci incaricò il Responsabile dell'Evangelizzazione di costituire una equipe, formata da sacerdoti, religiosi e laici disponibili, per elaborare una bozza di progetto, che abbiamo chiamato "Prendi il largo", da presentare al Vescovo, al Consiglio presbiterale, al Consiglio Pastorale e alla valutazione delle singole foranie.
Durante l'estate 2003 si costituì l'equipe di evangelizzazione che elaborò il progetto che a settembre 2003 fu presentato al discernimento del Vescovo, del Consiglio Presbiterale, del Consiglio Pastorale e delle varie foranie della diocesi.
Nei mesi di ottobre, novembre, dicembre 2003 i parroci contattarono dei laici nelle rispettive parrocchie disponibili a fare la formazione e poi il servizio di animatori dei gruppi di ascolto. Ci furono 40 iscritti.
A febbraio 2004 iniziò il primo corso di formazione degli animatori secondo il programma della scuola dei Missionari di Rhò. Il corso fu tenuto sia da alcuni formatori della Diocesi che dai padri di Rhò. Terminò a luglio 2004 con 26 animatori formati. Questi continuarono la formazione attraverso i "laboratori protetti" nei mesi di settembre e ottobre.
In avvento 2004 iniziò concretamente questa esperienza nelle parrocchie con quattro sfide-scommesse che abbiamo accolto nel mettere in atto questo progetto su mandato della Chiesa diocesana:
  1. la scommessa sulla forza stessa della Parola di Dio così come fece Pietro all'invito di Gesù a "prendere il largo" dopo l'esperienza fallimentare della pesca notturna: "Sulla tua parola getterò le reti";
  2. la scommessa sulla missione dei laici nella chiesa e nel mondo che in forza del loro carisma profetico ricevuto nel battesimo sono chiamati e mandati ad "annunciare il Vangelo ad ogni creatura";
  3. la scommessa sul bisogno, sulla sete della nostra gente di nutrirsi della Parola di Dio "viva ed efficace", che da senso e risposte alle situazioni di vita di ciascuno pur distratta e disorientata da mille situazioni e proposte;
  4. la scommessa di aiutare le nostre comunità parrocchiali a "rivitalizzarsi ripartendo dalla Parola di Dio" passando da una pastorale che conserva quello che dalle generazioni passate abbiamo lodevolmente ricevuto ad una pastorale più missionaria che ha il coraggio di lasciare le 99 pecore dell'ovile e che va a cercare quelle perdute.
     
Un po' di geografia
  • In avvento del 2004 ci fu la prima esperienza dei gruppi di ascolto nella parrocchia di Civitanova del Sannio. Dopo questa esperienza due sono i gruppi di ascolto che continuano il cammino di ascolto della parola ogni quindici giorni. Attualmente gli animatori insieme al parroco don Antonio Mascia preparano le schede bibliche che aiutano le persone ad ascoltare, meditare, applicare e pregare il Vangelo della domenica.
  • La seconda parrocchia a vivere questa esperienza è stata quella di Celenza sul Trigno nella quaresima del 2005. L'esperienza si è ripetuta nella quaresima del 2006 ed è continuata mensilmente con sei gruppi fino a giugno. I sei gruppi costituiti hanno ripreso la loro attività in questa quaresima 2007. Gli animatori, insieme a don Luigi Primiano, preparano le schede bibliche che vengono svolte nei GdA, mentre insieme al parroco don Nicola Gentile fanno un momento di preparazione spirituale con l'adorazione prima di andare nelle famiglie.
  • La terza parrocchia a sperimentare questa modalità di evangelizzazione è stata quella di Castiglione M.M nel mese di maggio del 2005 in occasione di una missione popolare tenuta dai Padri missionari di Rho e dopo aver fatto un corso di formazione per quindici animatori con 25 gruppi di ascolto. L'esperienza si è ripetuta nella quaresima del 2006 con 16 gruppi di ascolto. Attualmente in questa parrocchia l'esperienza è stata riprogrammata dal parroco don Vincenzo Lalli per il prossimo mese di maggio 2007 ogni settimana.
  • La quarta parrocchia che sta facendo questa esperienza è quella di S. Antonio Ab in Agnone. Qui si è iniziato nell'avvento del 2005 con quattro incontri settimanali e poi si è riproposto tale esperienza nella quaresima 2006. In questa parrocchia, dopo un corso di preparazione di dieci animatori da novembre 2006 a febbraio 2007, si è riproposto l'esperienza in questa quaresima 2007. Si sono costituiti sei gruppi di cui tre in paese e tre in campagna. Gli animatori insieme a don Luigi Primiano e al parroco don Angelo Ricci preparano le schede bibliche che vengono svolte nelle famiglie.
  • La quinta e la sesta parrocchia che nei mesi di maggio-giugno 2006 hanno iniziato questa esperienza, dopo un corso di formazione di dieci animatori, sono state quelle di Torrebruna e di Guardiabruna. L'esperienza si è ripetuta settimanalmente in questa quaresima 2007. Gli animatori di queste comunità don Luigi Primiano, insieme al parroco don Luca Mastrangelo, preparano le schede bibliche che vengono svolte nei GdA.
  • La settima parrocchia che ha iniziato questa esperienza è Bagnoli sul Trigno nell'avvento scorso 2006 dopo un corso di preparazione di sei animatori con sei gruppi di ascolto. Insieme al parroco don Mauro Di Domenica si dovrà decidere come continuare questa esperienza in questa comunità.
  • In questa quaresima 2007 l'esperienza si è avviata nella parrocchia di S. Giovanni Lipioni con quattro gruppi di ascolto e nella parrocchia di Aquevive di Frosolone con un gruppo di ascolto di famiglie giovani. In queste due parrocchie insieme ai parroci si dovrà decidere come continuare dopo questa prima esperienza.
     
Situazione attuale
  • L'esperienza è iniziata e si sta portando avanti, in modo diverso a seconda delle specifiche esigenze, in nove parrocchie della Diocesi. Nella parrocchia di Civitanova del Sannio si stanno tenendo due gruppi di ascolto continuativamente ogni due settimane.
    Nella parrocchia di Celenza si tengono sei gruppi di ascolto mensilmente e quindicinalmente nei tempi forti. Attualmente in questa parrocchia gli animatori insieme al parroco dovranno valutare come continuare questa esperienza.
    Nella parrocchia di S. Antonio abate in Agnone si tengono sei gruppi di ascolto settimanalmente nei tempi forti.
    Nella Parrocchia di Torrebruna sono attivi settimanalmente sei gruppi di ascolto nei tempi forti.
    Nella parrocchia di Guardiabruna funzionano settimanalmente quattro gruppi nei tempi forti.
    Nella parrocchia di Bagnoli del Trigno si tengono settimanalmente sei gruppi di ascolto nei tempi forti.
    Nella parrocchia di S. Giovanni Lipioni hanno iniziato quattro gruppi in questa quaresima 2007 con un ritmo settimanale.
    Nella parrocchia di Acquevive di Frosolone ha iniziato un gruppo di famiglie giovani ogni quindici giorni.
    Nella parrocchia di Castiglione Messere Marino riprenderanno nel mese di maggio ogni settimana un numero da definire di gruppi di ascolto.
  • Le persone che hanno frequentato i vari corsi di formazione per animatori dei gruppi di ascolto sono circa 80 di cui circa 45 sono già operativi come animatori e circa 12 come spalle.
  • I gruppi di ascolto in funzione in modo diverso nelle singole parrocchie sono 35 che in totale coinvolgono circa 430 persone.
  • I brani biblici, organizzati in schede secondo il metodo della lectio divina, che gli animatori hanno già pronti sono 12. Altri 10 sono già pronti in schede e che gli animatori dovranno preparare nei prossimi mesi.
     
Come si svolgono i gruppi di ascolto
Nelle settimane precedenti all'inizio dell'esperienza il parroco insieme agli animatori scelgono e preparano le famiglie ospitanti in una zona del paese.
Il parroco scrive una lettera a tutte le famiglie invitandole a fare questa esperienza e spiegando di cosa si tratta. Unitamente a questa iniziativa il parroco, gli animatori e le famiglie ospitanti sensibilizzano le persone della propria zona a partecipare a questa esperienza.
Gli animatori vengono preparati, o dal Responsabile dell'Evangelizzazione, con una serie di incontri in parrocchia sulle schede bibliche da fare in quel periodo.
Gli animatori, insieme al parroco, si ritrovano in chiesa, almeno 45 minuti prima di iniziare il gruppo di ascolto nelle case, per un momento di preghiera e di ascolto personale di quella parola che dovranno presentare alle persone nei vari gruppi.
Mentre gli animatori sono nelle case a fare questo servizio il parroco, e dove è possibile insieme a qualche altra persona, pregano ed intercedono in chiesa per gli animatori e per le persone che in quel momento sono in ascolto della Parola di Dio.
Il gruppo di ascolto dura un'ora. Dopo questo tempo gli animatori si ritrovano in chiesa per raccontare la loro esperienza e fare delle valutazioni circa l'andamento dell'esperienza.


Facciamo insieme qualche valutazione
Punti fermi:
  • Il progetto "prendi il largo" non vuole essere una comunità, un movimento, ma è un'esperienza, un metodo di evangelizzazione e di accostamento alla Parola di Dio che nasce e si sviluppa nella e per la parrocchia secondo le sue specifiche esigenze. L'equipe diocesana da costituire avrà l'obiettivo di aiutare e di mettersi a servizio della parrocchia.
  • Il progetto nasce con l'obiettivo di essere non un'esperienza sporadica, ma stabile e continuativa, strutturale della pastorale parrocchiale per l'evangelizzazione degli adulti da specificare per ciascuna parrocchia a seconda delle sue caratteristiche ed esigenze. Questo per garantire a lungo termine la maggiore efficacia dell'esperienza.
  • La formazione iniziale degli animatori, in sintonia col parroco, sarà garantita dal Centro diocesano che offrirà anche la possibilità della formazione permanente attraverso un corso sul Vangelo dell'anno liturgico in corso e un ritiro spirituale annuale.
Punti da discernere
  • Rispetto all'esperienza fatta fino ad ora come si potrebbe migliorare o adattare maggiormente il metodo nelle nostre parrocchie?
  • Rispetto alle sfide-scommesse che il progetto si è posto all'inizio quale stiamo centrando e quale dovremmo prendere in maggiore considerazione?
  • Qualche indicazione per far emergere ancora di più la "dimensione missionaria" di questa esperienza, specie nei confronti dell'intera famiglia...

L'equipe organizzativa del progetto "prendi il largo"
L'equipe doverebbe essere composta da:
  • responsabile diocesano del settore Evangelizzazione,
  • un parroco dove si sta facendo questa esperienza;
  • quattro laici animatori, di cui possibilmente due marito e moglie;
  • una religiosa coinvolta nel progetto.
L'equipe, dovrebbe avere il compito di:
  • promuovere l'esperienza nelle varie parrocchie;
  • favorire l'autonomia delle singole parrocchie rispetto al progetto (avere propri animatori che gestiscono col parroco l'esperienza nella propria parrocchia);
  • occuparsi della formazione degli animatori (organizzazione dei corsi, reperire formatori...)
  • preparare le schede bibliche;
  • fornire materiale ai vari gruppi di animatori;
  • coordinare gli animatori in casi di emergenza...

Agli animatori
Grazie da parte del Signore, della vostra parrocchia, del vostro parroco, del vostro Vescovo per questo prezioso servizio alla parola di Dio e alle vostre comunità.
Grazie per la vostra disponibilità a rifonderci energie, tempo, soldi...
Grazie per il vostro entusiasmo e per la vostra fede di cui il Signore si serve per portare "al largo" la "corsa del Vangelo" e così riaprire alle nostre comunità orizzonti insperati che solo "la Parola che salva" ha la forza di fare.
Nell'umile consapevolezza che siamo sempre dei "servi inutili".
Il sito web è stato realizzato da Domenico Santorelli
Email webmaster@diocesitrivento.it

Chiudi
Invia il link ad un amico

La tua email    


L'email del tuo amico    



OK Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione effettuando un'azione di scroll, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.