E' morto don Paolo Tulipano: sacerdote seriamente impegnato ad educare al profondo spirito della fraternità | Diocesi di Trivento

News

E' morto don Paolo Tulipano: sacerdote seriamente impegnato ad educare al profondo spirito della fraternità

Nella mattinata del 10 giugno, solennità del Corpus Domini, è giunta improvvisa e inaspettata, a san Biase, una triste notizia: don Paolo Tulipano è serenamente morto in Omegna, dove si era recato da una settimana per necessità di curarsi, fraternamente accolto in una casa dei Missionari del Sacro Cuore di Gesù, Istituto religioso presso il quale Don Paolo ha esercitato il ministero sacerdotale a servizio della gioventù, prima di incardinarsi della nostra Diocesi.

Don Paolo Tulipano, nato a Guglionesi il 4-1-1931 e ordinato presbitero il 19-1-1957, è stato un sacerdote splendido e solo nello scorso gennaio aveva celebrato il cinquantesimo di sacerdozio, in un abbraccio festoso di gratitudine e di venerazione tributatagli dalla riconoscente comunità di San Biase, che rimasta ora orfana di un così tenero pastore, piange e prega per lui, ricordandone, con grande nostalgia e profondo rimpianto, le preziose doti di amato sacerdote, di amico fidato, di illuminato consigliere, di maestro saggio e gentile.

A don Paolo, morto proprio nel giorno in cui la Chiesa festeggia il dono dell’Eucaristia, lui che non ha voluto curarsi in tempo, quando era necessario e indispensabile, per non privare la sua piccola comunità della messa quotidiana, possono essere applicate le parole del venerabile Giovanni Paolo II “In noi, sacerdoti, trova una più speciale risonanza il senso di responsabilità. Ogni celebrazione eucaristica è destinata a risvegliare la coscienza di coloro che vi partecipano. Per il sacerdote risveglia la responsabilità verso un mondo che deve essere trasformato, trasfigurato dall'Eucaristia. Pronunciando o sentendo le parole: "Mistero della fede", il sacerdote capisce meglio che questo grido della fede lo spinge verso un mondo nel quale Cristo opera meraviglie e sente urgere in sé la improrogabilità missionaria di estendere ovunque il suo regno. Egli riceve una nuova luce sulla propria missione sacerdotale che gli è stata affidata e sul ruolo che deve assumere affinché la potenza dell'Eucaristia possa produrre tutti i suoi effetti in ogni esistenza umana. Il sacerdote è investito della responsabilità dell'edificazione di una nuova società in Cristo. Più particolarmente, ha la possibilità di dare una testimonianza di fede nella presenza nuova scaturente da ogni consacrazione che muta pane e vino in corpo e sangue del Signore. La meraviglia di questa presenza apre la porta, nell'anima del sacerdote, ad una nuova speranza che supera tutti gli ostacoli che si accumulano sulla via del suo ministero, spesso impegnato in lotte e prove”.

Il Vescovo Scotti, in questa luttuosa circostanza, esprime profondo cordoglio alla famiglia del defunto don Paolo, originario di Guglionesi. Egli stesso guiderà una rappresentanza di sacerdoti della Diocesi di Trivento e di fedeli di San Biase per essere presente ai funerali di don Paolo che si svolgeranno martedì 12 giugno, alle ore 14.30, in Omegna, località da lui stesso prescelta come ultima dimora. In settimana si celebrerà una messa di suffragio presso la parrocchia Santa Maria dell’Acquabona in San Biase, parrocchia che don Paolo ha avuto in cura pastorale, fin dal lontano novembre 1979, e come “servo buono e fedele” ha amministrato in un servizio lungo ed operoso, cercando di testimoniare, sempre e a tutti, l’amore infinito di Dio, nella semplicità e nell’umiltà.

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaOmegna (VB), 10 giugno 2007

Ultime news

  • descrizione

    Armonie al femminile: un incontro organizzato dall'ufficio per il Progetto Culturale

    Agnone, 7 agosto 2018News
  • descrizione

    Pellegrinaggio a Lourdes

    Lourdes, 6 agosto 2018Foto e Video
  • descrizione

    La Cattedrale di Trivento in 3D

    Trivento, 31 luglio 2018Foto e Video
  • descrizione

    Breve presentazione della Biblioteca Emidiana

    Agnone, 31 luglio 2018News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia