I Commenti al Vangelo | Diocesi di Trivento

Archivio dei Commenti al Vangelo

I Commenti al Vangelo del 2017

  • 29 ottobre 2017

    Domenica 29 ottobre

    Domenica 29 ottobre

    È la vetta del Vangelo, il più grande comandamento. Tutto, parole e gesti di Gesù, trova sintesi e significato in questo comando. All'amore si risponde con l'amore e quello per l'altro è via per rendere a Dio il bene che riceviamo ogni giorno, anche attraverso il prossimo. Il secondo - l'amore del prossimo - è simile al primo, l'amore di Dio.

  • 22 ottobre 2017

    Domenica 22 ottobre

    Domenica 22 ottobre

    I farisei e gli erodiani dicono a Gesù: “Tu non guardi in faccia a nessuno”; invece il Signore guarda in profondità e fino in fondo il mistero di ogni persona; anche quando evita di entrare in argomenti giuridici o politici, le sue parole ripropongono incessantemente il tema del rapporto tra Cesare e Dio.

  • 15 ottobre 2017

    Domenica 15 ottobre

    Domenica 15 ottobre

    Indicando un paragone ("il regno dei cieli è simile a..."), la parabola può essere considerata come una provocazione, un forte appello. In questa, il regno dei cieli è simile "a un re che fa un banchetto di nozze per suo figlio". È simile, non ad un re, né ad un banchetto di nozze in sé, né ad un figlio di re che si sposa…

  • 8 ottobre 2017

    Domenica 8 ottobre

    Domenica 8 ottobre

    Un uomo, dice la parabola, ma si tratta di Dio. E fa tutto perché la vigna produca il meglio, fidandosi degli operai come di persone di famiglia. I vignaioli, invece, si mostrano sfrontati e malvagi, al punto di pensare di uccidere il figlio per sostituirlo nell'eredità. Contro la speranza del padre i vignaioli compiono il gesto definitivo pagato prima dalle violenze contro i servi

  • 1 ottobre 2017

    Domenica 1 ottobre

    Domenica 1 ottobre

    I figli potrebbero essere quattro. Quello che dice sì e poi non va e quello che dice no e poi va a lavorare nella vigna. Ci potrebbe essere anche il figlio che dice no e non va e quello che dice sì e va. L'unico esempio di quest'ultimo caso è Gesù, mentre del penultimo caso vogliamo sperare che non ci sia nessuno.

  • 24 settembre 2017

    Domenica 24 settembre

    Domenica 24 settembre

    Gesù racconta una splendida parabola ai discepoli mentre sale a Gerusalemme annunciando che lì “il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà”. E i discepoli, in risposta, litigano sui primi posti.

  • 17 settembre 2017

    Domenica 17 settembre

    Domenica 17 settembre

    Contro chi sono i peccati? E qual è la differenza tra quelli contro Dio e quelli contro gli altri? Anche in questo vangelo Gesù lega la terra al cielo, il perdono di Dio al perdono reciproco: si esige lo stesso gesto perché dal nostro rapporto con il Signore nasce anche la natura delle nostre relazioni. Siamo sempre sul terreno delle due facce dell’unico comandamento dell'amore.

  • 10 settembre 2017

    Domenica 10 settembre

    Domenica 10 settembre

    Il fratello è importante. Abbiamo il grande dono di non essere soli, ma siamo parte di un popolo in cammino verso il Signore. L’essere e sentirci insieme riguarda anche il rapporto di ognuno e di tutti con la Parola del Signore alla quale siamo tutti sottomessi e della quale siamo tutti testimoni.

  • 3 settembre 2017

    Domenica 3 settembre

    Domenica 3 settembre

    Gesù spiega e insegna, ma per capire cosa è venuto a fare sulla terra e che senso ha per noi questo, dobbiamo comprendere cos’è la Pasqua. Il significato profondo, il valore e il contenuto della vita cristiana sono tutti dentro l’evento di Pasqua riproposto, ogni giorno, con la Messa.

  • 27 agosto 2017

    Domenica 27 agosto

    Domenica 27 agosto

    Siamo a Cesarea di Filippo, nell’estremo Nord, in zona pagana, il punto più lontano da Gerusalemme. Qui Gesù chiede ai discepoli, con umiltà, “chi sono io per voi?”. La domanda non nasce da una crisi di identità, ma si offre come strada per portare i discepoli dentro il suo mistero.

  • 20 agosto 2017

    Domenica 20 agosto

    Domenica 20 agosto

    La salvezza è questione di fede. Il Vangelo di oggi lo mostra senza alcun dubbio. Come il centurione pagano che si rivolge a Gesù perché guarisca il suo servo, anche la donna Cananea, appartenente al popolo più odiato dagli Ebrei e abitante la zona di Tiro e Sidone (notoriamente materialista e viziosa!)

  • 15 agosto 2017

    15 agosto - Assunzione della Beata Vergine Maria

    15 agosto - Assunzione della Beata Vergine Maria

    Dopo l’annuncio dell’angelo, Maria va a trovare e a servire la cugina Elisabetta che proclama Maria “Madre del mio Signore”. E Maria risponde con il cantico del Magnificat, un inno che lascia intravedere il suo cuore. Anche la Chiesa, identificandosi con Maria, canta la riconoscenza alla grazia di Dio, la beatitudine divina e umana della salvezza.

  • 13 agosto 2017

    Domenica 13 agosto

    Domenica 13 agosto

    Nel capitolo precedente Gesù è a Nazareth, il suo paese. Lì c’è, da parte dei suoi ascoltatori, un andare a ritroso: dalla meraviglia iniziale al dubbio e da questo all’incredulità. Addirittura si “scandalizzavano di lui”. Il Vangelo di oggi mostra il cammino inverso: dalla paura al coraggio della fede.

  • 5 agosto 2017

    Domenica 6 agosto - Trasfigurazione del Signore

    Domenica 6 agosto - Trasfigurazione del Signore

    La festa del 6 agosto, originariamente celebrata in Oriente, fu estesa a tutta la Chiesa da Papa Callisto III a ricordo della liberazione di Belgrado (1456). In tutto il Vangelo la voce del Padre si ode solo due volte: dopo il Battesimo di Gesù nelle acque del Giordano e nella trasfigurazione sul Tabor.

  • 30 luglio 2017

    Domenica 30 luglio

    Domenica 30 luglio

    Un tesoro, una perla, una rete. A seguire, i verbi e le azioni connesse: cercare, trovare, nascondere, vendere, comprare; gettare (la rete), tirare (a riva), raccogliere (i pesci buoni) e buttare (i cattivi); separare (i buoni dai cattivi) e scagliare (nella fornace).

  • 23 luglio 2017

    Domenica 23 luglio

    Domenica 23 luglio

    Parabole all’aria aperta – campi, semine e mietiture, granelli che si fanno alberi – o nel fresco di una cucina dove una donna impasta la farina perché lieviti e diventi pane. In mezzo e di nascosto – “di notte” – l’opera del nemico che frammischia la zizzania del male mescolandola al bene.

  • 16 luglio 2017

    Domenica 16 luglio

    Domenica 16 luglio

    Il seminatore che esce a seminare racconta l’uscita del Figlio dal seno del Padre. Lui esce perché vuole portare tutti alla stessa condizione familiare: figli nel Figlio dell’unico Padre. Per questo la sua parola è il seme sepolto nella terra.

  • 9 luglio 2017

    Domenica 9 luglio

    Domenica 9 luglio

    Il Figlio ci confida il Padre. L’accesso a Dio, il mistero dei misteri, l’infinitamente inaccessibile alle pretese dell’intelligenza presuntuosa ed egocentrica! E lo fa con parole semplici, comprensibili ai piccoli – solo a loro – e disponibile a coloro che sono stanchi e oppressi, miti ed umili di cuore! Cinque versetti, la misura di un twitter, custodiscono l’entrata in Dio.

  • 2 luglio 2017

    Domenica 2 luglio

    Domenica 2 luglio

    Non c’è antagonismo o sottovalutazione per l’amore al padre e alla madre, al figlio o alla figlia. Eppure trafigge la forza con la quale Gesù chiede che ogni relazione umana sia vissuta in relazione a Lui. Gesù non chiede di “amare di meno”: è il contrario. Solo riferito a Lui ogni legame tra le persone trova fondamento e protezione.

  • 25 giugno 2017

    Domenica 25 giugno

    Domenica 25 giugno

    Tutto quello che Gesù ha detto e ha fatto durante la sua vita terrena, gli apostoli lo predicheranno nel mondo intero. Dopo la Pentecoste e il dono dello Spirito gli apostoli, spalancate le porte del cenacolo, hanno iniziato ad annunciare il Vangelo dirigendosi verso i quattro punti cardinali del mondo conosciuto e non.

  • 18 giugno 2017

    Domenica 18 giugno - SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO

    Domenica 18 giugno - SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO

    Parlare dell’Eucaristia è arduo, meglio farlo stando in ginocchio: vengono meglio le parole e poi, davanti al Santissimo, la posizione giusta è l’adorazione. Il dono del Padre agli uomini, dall’inizio alla fine della storia, è sempre sotto il segno del corpo: prima Corpo incarnato che soffre e muore sulla croce. E’ questo Corpo ferito che risorge e che Gesù mostra e fa toccare agli apostoli.

  • 11 giugno 2017

    Domenica 11 giugno - Trinità

    Domenica 11 giugno - Trinità

    Ci sono le feste in onore dei Santi, quelle della Madonna, quelle che celebrano i misteri della vita di Gesù. Oggi è la festa di Dio, la celebrazione gioiosa del mistero della Santissima Trinità, il Dio cristiano, “il più grande di tutti i misteri, la fonte ed il fondamento degli altri”, secondo l’espressione di papa Leone XIII, che aggiunge: “è per conoscere e contemplare questo mistero che gli angeli sono stati creati nel cielo, e gli uomini sulla terra”.

  • 4 giugno 2017

    Domenica 4 giugno - Pentecoste

    Domenica 4 giugno - Pentecoste

    La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.

  • 28 maggio 2017

    Domenica 28 maggio - Ascensione del Signore

    Domenica 28 maggio - Ascensione del Signore

    Gesù ascende al cielo e gli apostoli rimangono nella contemplazione del mistero. Negli Atti, gli angeli chiedono: “perché state a guardare il cielo?”. Come dire che l’ascensione ha, per conseguenza immediata, l’annuncio della buona notizia su tutta la terra.

  • 21 maggio 2017

    Domenica 21 maggio

    Domenica 21 maggio

    Chiede di amarlo e di vivere i suoi comandi. E’ così che si prova la relazione col Signore. L’osservanza del comandamento è la custodia innamorata e gelosa che si prova nel profondo dell'intimità nuziale o filiale. Molto di più che il soffocante orizzonte della legge, i comandamenti del Signore hanno il volto dell’amore, sono tracce profonde e fertili della comunione che Dio per primo ha deciso per noi.

  • 14 maggio 2017

    Domenica 14 maggio

    Domenica 14 maggio

    Sono le parole del Signore la notte della lavanda dei piedi e prima del suo arresto. Sta per soffrire la più spaventosa delle passioni eppure Gesù ha premura di rassicurare i discepoli, premunendoli dinanzi alla fatica dovuta al suo ritorno al Padre e alla loro solitudine da Lui. E' il grande insegnamento sulla vita cristiana, le fatiche e le luci dei discepoli che non saranno mai abbandonati.

  • 7 maggio 2017

    Domenica 7 maggio

    Domenica 7 maggio

    Il pastore buono è quello vero ed entra dalla porta. Immagine semplicissima per dire che rapporto corre tra il Figlio e il Padre e che il vangelo di Giovanni descrive: il Figlio è mandato dal Padre, non dice e non fa nulla se non ciò che sente e vede dal Padre, è rivolto verso di lui, vive per lui, è amato da lui; non prende nulla da sé, ma riceve tutto dal Padre.

  • 30 aprile 2017

    30 aprile - III di Pasqua

    30 aprile - III di Pasqua

    Il Vangelo di questa domenica ripresenta l’episodio di Emmaus e dei due discepoli che fuggono da Gerusalemme perché gli eventi di quei giorni sono troppo pesanti per resistervi. Cleopa e il suo compagno prendono la strada della campagna, vogliono andar lontano da quegli avvenimenti, ma per strada non parlano d’altro.

  • 23 aprile 2017

    23 aprile - II di Pasqua (della Misericordia)

    23 aprile - II di Pasqua (della Misericordia)

    E’ la Pasqua compiuta! Oggi, infatti, lo Spirito Santo rende presente il Risorto nella Chiesa. Si realizza la promessa di Gesù e inizia il tempo della Chiesa: “Come il Padre ha mandato me, io mando voi”. Da questo momento il vento dello Spirito porterà i discepoli sino agli estremi confini della terra e… fino al martirio.

  • 16 aprile 2017

    16 aprile - Pasqua di Resurrezione

    16 aprile - Pasqua di Resurrezione

    Non poteva essere altrimenti: il Vangelo di Pasqua contiene il cuore dell’annuncio cristiano. Il cristianesimo prende inizio da un “fatto” avvenuto presumibilmente nella notte tra l’8 e il 9 aprile dell’anno 30, e reso pubblico a partire dall’alba del “terzo giorno”, dopo cioè il venerdì che ha visto la morte di Gesù e dopo il grande sabato pasquale quando di tutta la vicenda del profeta di Galilea restava soltanto un sepolcro sigillato e muto.

  • 14 aprile 2017

    14 aprile - Venerdì Santo (Passione del Signore)

    14 aprile - Venerdì Santo (Passione del Signore)

    A far “santo” questo venerdì non è la sofferenza di una morte in croce, ma è l’amore “fino alla fine” che ha portato il Figlio di Dio a morire in croce. Questo è l’amore più forte della morte perché sa abbracciare anche la morte e superarla con l’amore.

  • 13 aprile 2017

    13 aprile - Giovedì Santo (In coena Domini)

    13 aprile - Giovedì Santo (In coena Domini)

    E’ con questa Messa che inizia il Triduo pasquale perché si fa memoria dell’ultima Cena in cui il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, amando sino alla fine i suoi che erano nel mondo, offrì a Dio Padre il suo Corpo e Sangue sotto le specie del pane e del vino e li diede agli Apostoli in nutrimento e comandò loro e ai loro successori nel sacerdozio di continuarne l’offerta.

  • 9 aprile 2017

    Domenica 9 aprile - Domenica delle Palme

    Domenica 9 aprile - Domenica delle Palme

    Domenica delle Palme e della Passione. Inizia la Settimana santa, la settimana delle settimane, nella quale la Chiesa celebra i misteri della salvezza portati a compimento da Cristo negli ultimi giorni della sua vita.

  • 2 aprile 2017

    Domenica 2 aprile

    Domenica 2 aprile

    L’episodio della morte e resurrezione di Lazzaro, il fratello di Marta e Maria, amici carissimi di Gesù, si commenta da sé. Un cadavere, già in fase di decomposizione, torna in vita per la forza dell’appello del Figlio di Dio che lo chiama a venir fuori dalla tomba.

  • 26 marzo 2017

    Domenica 26 marzo

    Domenica 26 marzo

    Quando sant’Agostino fece l’omelia su questa pagina, che invitava a meditare lentamente e a lungo, parlò per più di un’ora! Nelle catacombe, l’arte cristiana la offriva ai convertiti che si preparavano al battesimo ed erano ormai arrivati – come il cieco del Vangelo – alla professione di fede: “Io credo, Signore”.

  • 19 marzo 2017

    Domenica 19 marzo

    Domenica 19 marzo

    La pretesa assolutezza e universalità della fede cristiana in Gesù, Figlio di Dio e unico Salvatore del mondo, oggi si scontra con una diffusa mentalità relativista secondo la quale tutte le religioni sarebbero ugualmente inadeguate per cui la religione è ridotta a esperienza privata, soggettiva, emotiva, lasciando libero il campo al cosiddetto “supermarket delle religioni”.

  • 12 marzo 2017

    Domenica 12 marzo

    Domenica 12 marzo

    In tutto il Vangelo la voce del Padre si ode solo due volte: dopo il Battesimo di Gesù al Giordano e nella trasfigurazione sul Tabor. In entrambi i casi il Padre dichiara Gesù il Figlio prediletto e noi dobbiamo ascoltarlo. Se il Padre ha detto solo questo, significa che in questo c’è tutto perché il Figlio è la Parola che svela pienamente chi è Dio e se noi l’ascoltiamo diveniamo, come Lui, figli.

  • 5 marzo 2017

    Domenica 5 marzo - Prima di Quaresima

    Domenica 5 marzo - Prima di Quaresima

    Persino sant’Agostino confessava, per esperienza personale, che “vincere l’abitudine è una dura battaglia”. Per noi, poi, è ancora peggio non perché non dobbiamo e non possiamo, ma perché il nostro è il tempo che ha perso il concetto di tentazione, come pure quello di peccato.

  • 26 febbraio 2017

    Domenica 26 febbraio

    Domenica 26 febbraio

    La ricchezza è un problema serio. Ammassarne per sé significa sacrificare la propria vita alle cose, privare gli altri del necessario, strapparci di mano il bene decisivo, la vita eterna che consiste nel ricevere dal Padre e nel condividere con i fratelli. Ancor più grave è la schiavitù del cuore sotto il dominio delle ricchezze che fanno da padrone.

  • 19 febbraio 2017

    Domenica 19 febbraio

    Domenica 19 febbraio

    Porgere l'altra guancia è un detto universale, conosciutissimo, anche se - probabilmente - poco esercitato. Eppure non è il più scioccante del Vangelo, a paragone di un altro comando: "Amate i vostri nemici". Questo è davvero un unicum del cristianesimo.

  • 12 febbraio 2017

    Domenica 12 febbraio

    Domenica 12 febbraio

    Oggi, nel Vangelo, sono presentate alcune antitesi: fu detto... ma io vi dico che spiegano la giustizia secondo Gesù: non solo non uccidere, ma non infuriarti; non solo non commettere adulterio, ma anche non desiderare di commetterlo; non solo non giurare il falso, ma non giurare affatto: sì se è sì, no se è no

  • 5 febbraio 2017

    Domenica 5 febbraio

    Domenica 5 febbraio

    "Voi siete il sale... voi siete la luce". Dopo il Vangelo delle Beatitudini, quello del sale e della luce. Chi vive le beatitudini ne ha il sapore e lo splendore. Il sale, da sempre prezioso al punto da essere usato come moneta di scambio, preserva dalla corruzione, conserva gli alimenti e dà loro sapore.

  • 29 gennaio 2017

    Domenica 29 gennaio

    Domenica 29 gennaio

    Gesù vede le folle e ammaestra i discepoli. E’ come se, vedendo le folle, le nominasse discepole del regno. Meglio, però, capire che i suoi discepoli sono le folle che gli si avvicinano e si siedono ai suoi piedi per impararne l’insegnamento.

  • 22 gennaio 2017

    Domenica 22 gennaio

    Domenica 22 gennaio

    Tutto in un’indicazione: “Il regno dei cieli è qui”, in un comando: “Convertitevi”, in un invito: “Seguitemi”. Tre parole allacciate tra loro. Primo. Il Signore è in mezzo a noi. Il suo Regno c’è perché Satana è vinto. Non c’è posto per entrambi; uno solo è il Kyrios, il Signore…

  • 15 gennaio 2017

    Domenica 15 gennaio

    Domenica 15 gennaio

    C’è l’eco del Battesimo di Gesù. Giovanni lo addita come l’Agnello di Dio, “colui che toglie il peccato del mondo”. Siamo all’inizio della vita pubblica di Gesù, ma anche all’inizio del quarto vangelo, subito dopo il “Prologo”.

  • 8 gennaio 2017

    Domenica 8 gennaio - Battesimo del Signore

    Domenica 8 gennaio - Battesimo del Signore

    Il Battesimo di Gesù chiude il tempo natalizio. La voce che grida e che indica è quella di Giovanni, il più grande e l’ultimo dei profeti. E’ “l’ultimo” perché indica il grande cambiamento, la svolta attesa dall’umanità: il Salvatore che porta salvezza. Il battesimo nell’acqua del Giordano, amministrato da Giovanni, è indicazione di quello nello Spirito che porta il Messia, ma è pur sempre – anch’esso – simbolo di svolta, di conversione.

  • 6 gennaio 2017

    6 gennaio - Epifania

    6 gennaio - Epifania

    Anche i Magi, partiti dall’Oriente molto lontano, sono giunti davanti al Bambino. Dopo il lungo viaggio, sotto la guida della stella e la ricerca mai interrotta a dispetto di depistaggi e false tracce, sono finalmente giunti davanti al Salvatore e si prostrano in adorazione. Quello che hanno trovato, di per sé, non ha nulla di straordinario

  • 1 gennaio 2017

    1 gennaio - Maria Madre di Dio

    1 gennaio - Maria Madre di Dio

    Inizia l’anno e, per grazia, siamo subito raggiunti da un augurio e da una benedizione: «Ti benedica il Signore e ti protegga. […] Il Signore rivolga su di te il suo volto e ti conceda pace». Sì, il Signore ci conceda la pace per intercessione di Maria che oggi celebriamo come Madre di Dio.

Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia