Don Gigino Primiano è il nuovo parroco di San Silvestro papa in Civitanova del Sannio (IS) | Diocesi di Trivento

News

Don Gigino Primiano è il nuovo parroco di San Silvestro papa in Civitanova del Sannio (IS)

Don Gigino Primiano è il nuovo parroco di San Silvestro papa in Civitanova del Sannio (IS)

Don Gigino Primiano è il nuovo parroco di San Silvestro papa in Civitanova del Sannio (IS): nel pomeriggio di sabato 6 ottobre mons. Domenico Scotti, vescovo di Trivento, lo presenterà alla comunità parrocchiale come pastore scelto e inviato dal vescovo, amato e benedetto dai fedeli, perché si faccia dono spezzato e offerto per il bene di tutti.

Don PRIMIANO LUIGI, giovane cinquantenne, dall’esperienza sacerdotale ben collaudata e tutto giovanile nell’animo, sarà, dal primo sabato di ottobre, a completo servizio dei fedeli della parrocchia di Civitanova per continuare certamente il prezioso lavoro pastorale che negli ultimi anni mons. Antonio Battista, prima, e don Antonio Mascia, dopo, hanno saputo portare avanti.

Don Gigino è nato a Montefalcone nel Sannio (CB) il 22 marzo del 1957 e, dopo gli studi presso il Seminario Vescovile di Trivento, è stato alunno dell’almo Collegio Capranica di Roma, città nella quale si è perfezionato negli studi biblici, sotto la guida di valentissimi e rinomati esperti mondiali dell’Università Gregoriana.

Egli è stato ordinato presbitero il 6 agosto 1983 dal compianto Vescovo di Trivento mons. Valentini che, con saggio e previdente intuito, da subito, gli affidò la gravosa e impegnativa responsabilità della Pastorale Giovanile Diocesana. Nonostante fosse allora un incarico nuovo e difficile, perché per la prima volta sperimentato in Diocesi, don Gigino lo ha ricoperto magistralmente per oltre ventitre anni, vi si è distinto per zelo e passione, prodigando in ciò tutte le forze, anche a prezzo di tanti sacrifici. Nel cuore e nella mente di centinaia e centinaia di giovani della Diocesi restano impresse, in modo indimenticabile e gioioso, le Feste dei giovani da lui organizzate a Canneto e le avventurose e arricchenti partecipazioni a tutte le Giornate Mondiali della Gioventù.

Attualmente don Primiano è Vicario episcopale per l’Evangelizzazione, è responsabile del progetto “Prendi il largo” ed è, soprattutto, l’ideatore e il Direttore del “Villaggio Shalom”, alle porte di Montefalcone nel Sannio, vicinissimo al Santuario di Canneto: autentica oasi di pace, silenzioso luogo adatto al discernimento e alla meditazione, prodigo di accoglienza per la riflessione e la preghiera, riservato a singole persone, a gruppi organizzati e a intere famiglie.

Nel nuovo incarico di parroco don Gigino succede a don Antonio Mascia, il quale dal 30 settembre ha preso possesso della parrocchia di Maria Santissima di Costantinopoli in Agnone: questi gli lascia una bella e significativa eredità spirituale (leggi la notizia del 21/09).
E don Gigino è il sacerdote in grado, in Civitanova, di esplicitare e mettere a frutto i tanti talenti dei quali il Signore lo ha munito, ma soprattutto non si presenterà, alle anime affidategli, come padrone o quasi come “un moderno professionista del sacro e della fede”, ma si mostrerà come un semplice ed entusiasta annunciatore del Vangelo. Egli farà circolare la parola di Dio, e solo questa, nelle funzioni religiose, per le strade del paese, nelle famiglie della comunità, nei centri di ascolto, nel cuore dei giovani, in modo che la gente la incontri, la comprenda, la conservi e ne sia conquistata.

Il vescovo Scotti, dopo una decisione a lungo ben ponderata, interpreta questa nomina come un dono preziosissimo alla Diocesi da parte di coloro che vogliono essere collaboratori sinceri nel ministero pastorale in piena umiltà e gioia, e di ciò ne è profondamente convinto, sia in considerazione della accettazione generosa del nuovo incarico da parte di don Gigino sia della festosa accoglienza che i suoi nuovi parrocchiani gli vorranno riservare.

Tutto il presbiterio diocesano, infine, rivolge vivissimi auguri al neo-parroco don Gigino Primiano e, fraternamente, gli fa voti affettuosi affinché sappia entrare nel cuore dei fedeli a lui ora affidati, nella loro situazione concreta, parlando la loro stessa lingua, cercando cioè di capire le loro domande e i loro interessi, proponendo con libertà e chiarezza il messaggio evangelico, senza imporre affatto loro fardelli difficili da portare, ma annunciando, come del resto lui in passato ha dato prova di saper fare benissimo, “il cristianesimo delle beatitudini”, cioè incoraggiando e accompagnando ogni credente a non vergognarsi mai del vangelo della croce, perché Gesù è soprattutto il Cristo risorto, che non toglie nulla e che dà tutto!

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaCivitanova (IS), 6 ottobre 2007

Ultime news

  • descrizione

    GIORNATA MONDIALE DEI POVERI - Domenica 19 novembre 2017

    Trivento, 17 novembre 2017Caritas Diocesana
  • descrizione

    I GIORNATA MONDIALE DEI POVERI - MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO

    Roma, 17 novembre 2017La voce del Papa
  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
  • descrizione

    Sabato 21 ottobre c'è stato il primo incontro di preghiera e di meditazione del Vescovo Claudio con le religiose della Diocesi di Trivento

    Trivento, 26 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia