Bagnasco: lavorare insieme per costruire il bene comune | Diocesi di Trivento

News

Bagnasco: lavorare insieme per costruire il bene comune

Bagnasco: lavorare insieme per costruire il bene comune"L'indifferenza verso le istituzioni è una mancanza grave e crescente, e prelude alle più varie forme di frattura nel Paese (verticali ed orizzontali) che lo renderebbero incapace di affrontare le sfide che gli si presentano". Lo denuncia il presidente della Cei Angelo Bagnasco, in un discorso tenuto a Genova in apertura di uno degli incontri preparatori della prossima Settimana Sociale dei cattolici italiani, che si terrà in ottobre a Reggio Calabria. In proposito Bagnasco, che è stato ordinario militare, confida: "da vescovo ho vissuto episodi drammatici, penso alla tragedia di Nassirija, e penso anche alle recenti calamità naturali che hanno segnato alcuni regioni d'Italia". "Il nostro popolo, specialmente la gente semplice che tira la vita, sa sempre - sottolinea il porporato - quando è in gioco la causa comune, il bene comune".

Secondo Bagnasco, il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia che si avvicina, "senza indulgere ad alcuna retorica, deve aiutare anche un nuovo incontro tra quelle che, con una espressione molto imprecisa, ma efficace, qualcuno ha chiamato cultura 'altà e cultura 'diffusà". "Chiediamo a chi fa ricerca - spiega - di aiutarci a crescere nella consapevolezza del valore umano e civile delle istituzioni, politiche, economiche, familiari e di altro tipo".

"Credo fermamente che sia opportuno partecipare con tutte le nostre energie culturali e nelle forme più varie alle celebrazioni del prossimo anno". È quanto ha sottolineato il presidente della Cei, Card. Angelo Bagnasco spiegando - in un suo intervento ad un seminario a Genova - che la "ricorrenza per i 150 anni dell'Unità d'Italia dovrebbe trasformarsi in una felice occasione per un nuovo innamoramento
del nostro essere italiani". "Se sapremo cogliere in modo adeguato questo appuntamento, che cade proprio in un momento in cui anche il nostro Paese è alle prese con dure prove, renderemo un dono a tutti quegli uomini e quelle donne, quelle famiglie e quelle associazioni, quelle istituzioni che si stanno spendendo per la ripresa", ha proseguito il card. Bagnasco parlando al Convegno sull'Unità d'Italia, promosso dal Comitato per le Settimane sociali della Conferenza Episcopale Italiana e dall'arcidiocesi di Genova.

La storia di questi 150 anni di unità politica d'Italia "testimonia in modo inequivoco come, a condizione di una elevata tensione morale, anche nei momenti più difficili, certo non meno di quelli attuali - ha proseguito Bagnasco - sia possibile perseguire e conseguire accordi che per lunghi periodi consentono una convivenza civile di grande qualità"."L'unica cosa che dobbiamo temere - ha aggiunto il presidente della Cei - è una cattiva ricerca storica, una propaganda ideologica, di qualsiasi segno, spacciata per verità storica".AvvenireGenova, 4 maggio 2010

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Comunicato dei vescovi del Molise, in occasione del Gay Pride

    Trivento, 20 luglio 2018News
  • descrizione

    Gualtiero Bassetti, nuovo presidente della CEI

    25 maggio 2017News
  • descrizione

    Discorso introduttivo del Santo Padre all’apertura dei lavori della 69ma Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana (C.E.I.)

    Roma, 18 maggio 2016La voce del Papa
  • descrizione

    Monsignor Galantino: unioni civili, "fiducia è sconfitta per tutti"

    11 maggio 2016News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia