L'incontro mensile dei sacerdoti è stato spostato a martedì 4 giugno‏ | Diocesi di Trivento

News

L'incontro mensile dei sacerdoti è stato spostato a martedì 4 giugno‏

L'incontro mensile dei sacerdoti è stato spostato a martedì 4 giugno‏ In quella giornata è stabilita una conferenza del dott. Boffo già direttore di Avvenire e attualmente direttore dell'emittente cattolica TV 2000 ci illustrerà La Gaudium et Spes

Notizie del relatore responsabile dall'Azione Cattolica ad Avvenire, dalla TV2000 all'Istituto Toniolo, e che ha ricevuto il Premio Penna d’Oro 2012, Il prestigioso riconoscimento, giunto alla nona edizione gli è stato consegnato venerdì 27 aprile nel teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo alla presenza di S.E. Mons. Alberto Maria Careggio, vescovo di Ventimiglia Sanremo. Dino Boffo in quell'occasione ha tenuto una prolusione su: “Silenzio e parola. Cammino di Evangelizzazione".

Nato ad Asolo, originario di Onè di Fonte, negli anni della scuola media e del liceo classico Boffo fu allievo dell’Istituto Filippini dei Fratelli delle Scuole cristiane. Laureato con lode in Lettere classiche all’Università di Padova (marzo 1982) con una tesi sui primi martiri cristiani, nel settembre 1973, ancora giovanissimo, venne chiamato dal professor Vittorio Bachelet in Centro nazionale dell’Azione Cattolica Italiana. Dal 1977 al 1980 è stato segretario generale dell'Azione Cattolica, preposto a questa carica, a soli venticinque anni, dallo stesso Mario Agnes, all'epoca Presidente Nazionale dell'Azione Cattolica italiana. Lo stesso Agnes, del resto, era stato chiamato nel 1976 da papa Paolo VI a presiedere la Nuova Editoriale Italiana (NEI), società editrice di quello stesso Avvenire di cui Dino Boffo diventerà poi direttore.

Dopo l'elezione di Giovanni Paolo II aveva progressivamente abbandonato le posizioni del cattolicesimo democratico. Nel 1980 viene eletto con 460 voti, primo tra i responsabili unitari, alla quarta assemblea dell'Azione Cattolica. Già da allora si segnala come vicino a Comunione e Liberazione: il settimanale ciellino, "Il Sabato", titola il 4 ottobre 1980 "Eletto Boffo scoppia l'applauso".

Nel 1981 Dino Boffo incontrò per la prima volta Camillo Ruini a Reggio Emilia, un incontro decisivo nella vita del futuro direttore di Avvenire: Ruini non era an­cora vescovo — lo sarebbe diven­tato nel 1983 — e il discorso di Boffo, così distante dalla vulga­ta cattolico democratica in voga al tempo, colpì la sua attenzione.

Il 26 agosto 1985 Boffo partecipò, in qualità di oratore e di esponente di Azione Cattolica, al sesto Meeting per l'amicizia fra i popoli di Comunione e Liberazione.

L'11 luglio 1987, a Lorenzago di Cadore, Boffo, in qualità di Presidente Diocesano dell'Azione Cattolica di Treviso (incarico che ha ricoperto dal 1986 al 1990) insieme ad altri trecento giovani cattolici, poté incontrare Giovanni Paolo II.

Pubblicista nel 1979, si avviò alla professione attraverso il giornalismo locale, lavorando – dal 1982 al 1992 - nella storica testata della “Vita del Popolo” di Treviso, di cui è stato vice-direttore ed in seguito direttore, dal 1989 al 1992.

Nel 1978 è entrato ad Avvenire, dove ha fatto parte per 11 anni del consiglio di amministrazione. Nel 1991 divenne vicedirettore di Avvenire: direttore della testata cattolica era, all'epoca, Lino Rizzi.

Il 1 gennaio 1994 ne è diventato il direttore], in seguito al gravissimo incidente stradale che lo stesso Lino Rizzi aveva subito sull'Autostrada A1. La nomina fu voluta dal cardinale Camillo Ruini, allora presidente della Conferenza Episcopale Italiana, come parte della strategia di ingresso della Chiesa cattolica nel dibattito pubblico italiano dopo la fine dell'unità politica dei cattolici. Durante la sua direzione, il quotidiano incrementò la propria diffusione (da meno di 80.000 a oltre 100.000 copie) e lanciò numerosi inserti, avviando inoltre una sezione internet (1998) e una profonda riforma grafica e contenutistica (2002).

Nel 2005 impegnò la testata in un'intensa campagna contro il referendum abrogativo della legge 40 sulla procreazione assistita, invitando all'astensione.

Oltre ad aver diretto Avvenire, Boffo è stato direttore e responsabile dei servizi giornalistici del canale televisivo Sat 2000 di proprietà della Conferenza Episcopale Italiana.

Dal 2003 è membro (per volontà dell'arcivescovo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi) del comitato permanente dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori - Ente fondatore e garante dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, che ha il compito di definire - come si evince dal nome stesso - le linee guida dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.


Il manifesto dell'incontro

Ufficio comunicazioni socialiCarovilli, 21 maggio 2013

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    Nuovi siti di Missio e di Popoli e Missione, diretti da Giulio Albanese

    Trivento, 13 dicembre 2017News
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    La bellezza della preghiera

    Trivento, 7 dicembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia