ISEE 2014: CAMBIA IL MODO DI CERTIFICARE LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE | Diocesi di Trivento

Patronato

ISEE 2014: CAMBIA IL MODO DI CERTIFICARE LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE

ISEE 2014: CAMBIA IL MODO DI CERTIFICARE LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE L'ISEE, cioè l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente, altrimenti noto come “riccometro”, è uno strumento che permette di misurare la condizione economica delle famiglie italiane, ed è stato modificato a partire dal 2014. Esso serve allo Stato per stabilire quanto far pagare alla singola famiglia per i servizi, venendo incontro a chi ha redditi più bassi. In base all'ISEE familiare, per esempio, è possibile usufruire di una tariffa agevolata per la mensa scolastica, per asili nido, servizi scolastici e universitari, ma anche per servizi sociosanitari, esenzione ticket sanitari, utenze ed altro.

Come informa Coldiretti Molise, attraverso le sue strutture di assistenza ai cittadini, Centro di Assistenza Fiscale ed EPACA, il nuovo sistema è in vigore in maniera effettiva dall'8 febbraio ed entro il 9 giugno 2014 tutti gli Enti che riconoscono prestazioni sociali dovranno adeguarsi al nuovo ISEE. Per evitare le notevoli dichiarazioni non veritiere riscontrate in passato,da quest'anno solo una parte delle informazioni sarà autodichiarata dal contribuente, mentre i dati fiscali rilevanti saranno verificati direttamente dalla pubblica amministrazione, accedendo alle banche dati di INPS, INAIL, Agenzia delle entrate, ecc..

Il nuovo calcolo ISEE 2014, chiarisce Coldiretti Molise, per la cui assistenza sono a disposizione CAF e Patronato, prende in esame tutti i redditi che concorrono a creare la ricchezza patrimoniale e reddituale della famiglia, inclusi quelli esenti fiscalmente, a cui da quest'anno sono stati aggiunti gli assegni familiari, le pensioni di invalidità e le indennità di accompagnamento, ed in genere tutti i sussidi erogati dall'amministrazione pubblica, con alcune detrazioni per i trattamenti assistenziali e previdenziali, quali gli assegni al coniuge ed ai figli, un 20% per il reddito da lavoro dipendente e pensione, riduzioni per spese per disabili, franchigia sull'abitazione principale.

I conti correnti, ai cui dati l'erario ha l'accesso, non saranno più valutati al 31 dicembre dell'anno precedente, ma alla giacenza media complessiva, e vengono conteggiati anche gli interessi derivati da investimenti in prodotti finanziari. CAF Coldiretti Molise e Patronato EPACA evidenziano che la riforma del nuovo ISEE 2014, tiene presente i bisogni e le necessità delle famiglie con disabilità grave e basso reddito. Infatti, per le famiglie in cui è presente una persona con disabilità, le nuove modalità di calcolo del reddito ISEE 2014,prevedono una franchigia, ossia delle detrazioni dal reddito complessivo, in funzione del grado di disabilità del componente familiare. Per le famiglie numerose, il nuovo calcolo prevede una franchigia, da detrarre al reddito complessivo ISEE, per ciascun figlio successivo al secondo.

Il Patronato EPACA ricorda, anche, che non verrà inviato al domicilio del pensionato il modello CUD cartaceo (certificazione dei redditi da pensione) da parte dell'INPS, per ottenerne il rilascio è sufficiente recarsi presso uno degli uffici di Patronato presenti sul territorio. Gino Donatelli14 aprile 2014

Ultime news

  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
  • descrizione

    Sabato 21 ottobre c'è stato il primo incontro di preghiera e di meditazione del Vescovo Claudio con le religiose della Diocesi di Trivento

    Trivento, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Conferenza in occasione dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante

    Vasto, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Il nuovo parroco di Pietracupa don Simone Iocca

    Pietracupa, 21 ottobre 2017Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia