PREMIO "BEATI I MITI" | Diocesi di Trivento

News

PREMIO "BEATI I MITI"

PREMIO Il giorno 20 Luglio 2014 si è tenuta a Carovilli la 10a edizione del premio ‘’Beati i miti ‘’ istituito dalla parrocchia S. Maria Assunta per ricordare le virtù del Santo Patrono, S. Stefano del Lupo, nativo di questa terra e ricordato proprio per la sua mitezza.

Il premio è stato vinto quest’anno dalla classe I B dell’istituto Colozza.

In questa classe era presente un alunno diversamente abile, costretto su una sedia a rotelle. I compagni hanno vissuto questa presenza con grande gioia, facendo a gara per potersi sedere vicino a lui e costringendo gli insegnanti a stabilire turni settimanali ,durante i quali la classe si è alternata al suo fianco. Lo hanno aiutato in tutte le attività quotidiane come indossare un cappotto o scrivere i compiti e gli avvisi , o semplicemente stando in silenzio quando veniva interrogato. Hanno richiamato l’attenzione dei docenti affinché lui potesse esporre le sue idee. Hanno anche discusso con lui quando non si sono trovati d’accordo con le sue idee perché non lo hanno mai considerato un diverso.

Con il loro comportamento gli alunni hanno insegnato a tutti che solo i puri di spirito sanno essere miti e vivere questo dono nella concretezza della vita.

A consegnare il premio è stato il cardinale Salvatore De Giorgi, dopo la concelebrazione della Santa Messa, insieme al nostro vescovo Mons. Domenico Angelo Scotti e Don Paolo Conti ,mentre il parroco Don Mario Fangio dirigeva il coro parrocchiale.

Il cardinale, nella sua omelia, ha sottolineato che i gesti di questi ragazzi sono possibili solo se si vive in una famiglia sana e con grandi principi morali e cristiani.
Nel cuore di ogni essere umano ,diceva l’alto prelato , c’è il bene e il male, ed il male può essere vinto dedicando un po’ di tempo alla lettura delle Sacre scritture, sottolineando in questo modo il valore della formazione.
Ha annunciato poi che il Santo Padre, Papa Francesco , ha concesso l’indulgenza plenaria a chiunque avesse partecipato alla Santa Messa e si trovasse nelle condizioni previste dalla Chiesa.

Dopo la Santa Messa il cardinale ha consegnato ai ragazzi l’attestato di partecipazione al premio e l’assegno previsto.

Il parroco Don Mario Fangio ha consegnato al cardinale una statuina di Santo Stefano ed una immagine che riproduce la statua di S. Stefano venerata , nella sua ex arcidiocesi , dalla comunità carovillese e italiana di Buenos-Aires nella chiesa "Virgen Nuestra Señora de los Remedios", proponendogli di farla pervenire al S.Padre.

Il nostro vescovo ha ricordato che questi ragazzi con il loro amore hanno mostrato e vissuto in pieno lo spirito della mitezza.

Tutta la parrocchia ha ringraziato il cardinale De Giorgi per il dono della sua visita e della sua omelia. Una preghiera di ringraziamento , viva e sincera , è andata al Santo Padre che tramite il cardinale ha concesso il grande dono dell’indulgenza plenaria. Marcella Di Giacomo4 agosto 2014

Ultime news

  • descrizione

    Recensione dell'ultimo libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 9 ottobre 2018News
  • descrizione

    Inizio del corso per fidanzati

    Santuario di Canneto, 8 ottobre 2018News
  • descrizione

    Partita la Scuola di Teologia "San Casto" ad Agnone

    Agnone, 8 ottobre 2018News
  • descrizione

    Il saluto di mons. Santucci a Papa Giovanni Paolo II

    Agnone, 8 ottobre 2018Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia