L’insediamento di don Antonio Adducchio, amministratore parrocchiale | Diocesi di Trivento

News

L’insediamento di don Antonio Adducchio, amministratore parrocchiale

L’insediamento di don Antonio Adducchio, amministratore parrocchialeLa sera di sabato 19 agosto 2017, con la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo mons. Domenico Angelo Scotti, la Parrocchia di Santissimo Salvatore in Castropignano ha vissuto un momento bello e commovente: l’insediamento di don Antonio Adducchio, amministratore parrocchiale.

E’ stata una cerimonia suggestiva di festa e soprattutto di grazia. Il vescovo ha ringraziato don Gino D’Ovidio, vicari foraneo della zona, per il servizio prestato alla parrocchia dopo la morte di don Alessandro Porfirio e lo ha fatto con notevoli sacrifici, ma sempre contento di mettersi a disposizione del popolo di Dio. A don Antonio rivolgiamo gli auguri fraterni e sinceri perché, sulla scia del suo buon operare fatto in Molise e Torella del Sannio, sappia guidare questa nuova comunità con quella mitezza ed umiltà tipica del buon pastore, che sono anche il segno autentico di una fortezza e di un’audacia interiore che rendono vittoriosi sul proprio egoismo e aperti a una condivisione fraterna sempre più grande.

Don Antonio è un sacerdote pieno di una buona esperienza pastorale accumulata anche dalla sua provenienza dal mondo del lavoro e della cooperazione. Egli è nato a Duronia il 13 giugno del 1958, ha svolto il ministero di diacono per molti anni e poi il 28 giugno 2002 è stato ordinato sacerdote dal Vescovo mons. Santucci. Dall’ottobre del 2008 ha fatto il parroco a Torella del Sannio ed è stato contemporaneamente Amministratore Parrocchiale di San Nicola di Bari in Molise, ministero svolto sempre con amorevole dolcezza e dedizione. Inoltre don Antonio ha avuto sempre il pallino della buona musica e della nuova evangelizzazione che lo aveva portato a fondare il famoso gruppo che si chiamava NUOVO MILLENNIO ed era sorto con il giubileo del 2000, dall'iniziativa di alcuni giovani di Duronia e Molise, di Torella, di Frosolone, di S. Pietro in Valle, di Castropignano, di Fossalto e di Matrice, con il supporto tecnico di Cosmoaldo di Baranello... La linea guida del gruppo, che principalmente eseguiva musiche di Giosy Cento, del Gen Verde e del Gen Rosso, era quella di utilizzare la musica come veicolo di evangelizzazione, nella consapevolezza che Gesù ci invita alla responsabilità di essere tutti cristiani gioiosi e motivati.

Accompagnare un nuovo parroco che entra nella sua nuova comunità non è stato solo celebrare un giorno di festa: il passaggio da un parroco ad un altro nella Chiesa non è mai solo un avvicendamento di persone, come potrebbe essere in un’azienda di lavoro o ufficio del comune o più semplicemente in una portineria di condominio. No, questo che si è celebrato è stato anzitutto un dono, un bel dono di grazia e di benedizione di Dio.

Ringraziamo don Antonio per aver accettato l’invito che mons. Scotti gli ha rivolto e gli auguriamo che sappia sostenere, con l’aiuto del Signore, i fedeli nel cammino di fede e di comunione fraterna.Ufficio comunicazioni socialiCastropignano, 23 agosto 2017

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Don Simone Iocca nuovo parroco di Pietracupa

    Pietracupa, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Don Marco Di Iorio nuovo parroco di Fossalto

    Fossalto, 13 settembre 2017News
  • descrizione

    Diaconato Permanente di Vittorio Lemme

    Agnone, 24 giugno 2017News
  • descrizione

    Ordinazione Diaconale di Vittorio Lemme

    Agnone, 17 giugno 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia