Mons. Scotti ordina sei nuovi diaconi | Diocesi di Trivento

News

Mons. Scotti ordina sei nuovi diaconi

Mons. Scotti ordina sei nuovi diaconi Il Vescovo di Trivento, Mons. Domenico Scotti, domenica 18 febbraio prossimo, alle ore 16.00, nella chiesa parrocchiale di Maria Santissima di Costantinopoli in Agnone (IS), conferirà l'ordine del diaconato a sei giovani teologi dei Chierici Regolari Minori Caracciolini, cioè appartenenti alla antica famiglia religiosa fondata dall'abruzzese San Francesco Caracciolo, che il 4 giugno del 1608 moriva proprio in Agnone, dove, secondo la voce di una tradizione popolare, non confermata da ricerche storiche, si conservata murata in una chiesa, la reliquia del suo cuore. A Francesco Caracciolo si deve l'inserimento di un quarto voto, oltre ai consueti di castità, povertà e obbedienza, quello di non accettare alcuna dignità ecclesiastica. Le molteplici attività in Italia e in Spagna avevano fiaccato la sua già debole fibra. Durante un soggiorno ad Agnone, presso l'oratorio dei padri filippini, cadde gravemente ammalato e morì, a soli quarantacinque anni, il 4 giugno 1608. Il suo corpo, trasportato a Napoli, fu sepolto nella chiesa di S. Maria Maggiore. La guarigione di uno storpio, proprio durante i funerali, fu la scintilla che accese il gran fuoco della devozione dei napoletani verso questo santo "oriundo" abruzzese, canonizzato da Pio VII il 24 maggio 1807 ed eletto compatrono della città partenopea nel 1840. I padri Caracciolini sono stati presenti, amati e benemeriti, in Agnone per oltre un secolo dal 1702 al 1804.
La scelta di ordinare i giovani religiosi in Agnone è stata dettata dol desiderio di "un doveroso omaggio alla chiesa locale di Trivento, ed in particolare alla comunità ecclesiale di Agnone che, fin dal giorno della sua morte, espresse grande venerazione ed amore verso il nostro Santo Fondatore" così spiega P. Raffaele Mandolesi, preposito generale dei Caracciolini, annunciando importanti celebrazioni in allestimento per solennizzare il prossimo quarto centenario della morte del santo nativo di Villa Santa Maria (CH) e patrono dei cuochi italiani.
La Diocesi di Trivento e le parrocchie di Agnone sono profondamente riconoscenti e grate per questa scelta privilegiata e sapranno certamente ricambiare, oltre che con una numerosa presenza alla sacra ordinazione, anche con gesti di generosità particolare e con doni concreti in beneficio dei sei giovani diaconi provenienti dalle comunità dell'Africa e dell'India e che in questi giorni si sono fatti conoscere nelle chiese e nelle scuole e da tutti, giovani e anziani, sono stati ammirati e apprezzati per la loro spititualità e determinazione in una forte scelta di vita, in netta controtendenza alle top ten delle aspirazioni della moderna gioventù.
Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaTrivento (CB), 17 febbraio 2007

Ultime news

  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
  • descrizione

    Sabato 21 ottobre c'è stato il primo incontro di preghiera e di meditazione del Vescovo Claudio con le religiose della Diocesi di Trivento

    Trivento, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Conferenza in occasione dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante

    Vasto, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Il nuovo parroco di Pietracupa don Simone Iocca

    Pietracupa, 21 ottobre 2017Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia