Che c’importa, oggi, delle tradizioni religiose? | Diocesi di Trivento

Riflessioni

Che c’importa, oggi, delle tradizioni religiose?

La nostra epoca è quella della tecnologia sempre più avanzata e della globalizzazione, e solo a voler dedicare un po’ di tempo alla spiritualità e alle tradizioni religiose può sembrare una scelta strana e magari perdente. Chi lo fa diventa anzi facile bersaglio dei molti che ci rimproverano e ci accusano di un comodo rifugiarci in cantucci fittizi o marginali invece di aprirci coraggiosamente all'inevitabile evoluzione delle cose.

Il cambiamento è reale e lo costatiamo quotidianamente, che tutto cambia troppo in fretta... anzi sappiamo anche apprezzare gli aspetti positivi del cambiamento e, molto saggiamente, è più utile imparare ad adeguarci, in un certo modo, al mondo attuale, che illuderci di bloccarlo secondo il nostro volere. Però ogni trasformazione, specialmente se brusca e radicale, del nostro modo di vivere può molto facilmente toglierci la terra da sotto i piedi e, imponendoci di ricominciare tutto daccapo, ci invita a non avere più radici, a liberarci delle nostre convinzioni più intime, profonde e genuine.

Proprio per questo i valori cristiani e le relative tradizioni popolari, che risalgono molto indietro nel tempo, continuano ad essere una grande ricchezza, che vale sempre la pena di conoscere, conservare, apprezzare e tramandare.

Chi non riconosce che viviamo in una cultura in cui si percepisce acutamente la mancanza di comunità, di fraternità e di solidarietà? Molti di noi incontrano sempre più gente che è priva del senso del posto, non più in grado di provare “la sensazione di affondare le mie radici nel terreno. Di sviluppare i miei rami verso le stelle. Quando sono al mio posto, sento pienamente la pace che abita dentro di me". (A sense of place realized / Kathryn La Barre)

Ecco perché interessarsi della tradizione religiosa non significa né rifiutare la modernità, né porla in contrasto con la presunta purezza dell'antico; bensì vuol dire riconoscere le ricchezze spirituali e le saggezze culturali che ci fanno superare il rischio di dimenticare troppo rapidamente chi siamo e quanto valiamo, e, contemporaneamente, ci aiutano a trovare forme più sane e più equilibrate con le quali pensare l'oggi e progettare il domani.

Vale la pena ricordare una scritta sul muro a Shishu Bhavan, la Casa dei bambini di Calcutta, che Madre Teresa ha voluto far conoscere a tutto il mondo e che è ben diversa nello spirito e dal proclama in voga al tempo del fascismo e dalla canzone lanciata negli anni sessanta da Rita Pavone.


NON IMPORTA

Anche se l'uomo accanto a te è irragionevole, illogico, egocentrico
NON IMPORTA, AMALO

Se fai il bene, ciò nonostante ti attribuiranno secondi fini egoistici
NON IMPORTA, FA' IL BENE, sempre

Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici
NON IMPORTA, TU REALIZZALI

Se il bene che fai verrà domani dimenticato
NON IMPORTA FA' IL BENE

Se l'onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile
NON IMPORTA, SII FRANCO E ONESTO

Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo
NON IMPORTA, COSTRUISCI ANCORA

Se aiuti la gente, e questa non te ne sarà grata
NON IMPORTA, CONTINUA AD AIUTARLA

Se ti sforzi di dare al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci
NON IMPORTA, DA' SEMPRE IL MEGLIO DI TE

E’ quindi proprio il caso di dire, con le parole del salmo 22, che ancora una volta e sempre “il Signore mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino, per amore del suo nome”.

Don Mimì Fazioli

di don Mimì FazioliTrivento (CB), 9 giugno 2008

Ultime news

  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
  • descrizione

    Sabato 21 ottobre c'è stato il primo incontro di preghiera e di meditazione del Vescovo Claudio con le religiose della Diocesi di Trivento

    Trivento, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Conferenza in occasione dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante

    Vasto, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Il nuovo parroco di Pietracupa don Simone Iocca

    Pietracupa, 21 ottobre 2017Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia