Don Antonio Adducchio è il nuovo parroco della parrocchia San Nicola di Bari di Torella del Sannio | Diocesi di Trivento

News

Don Antonio Adducchio è il nuovo parroco della parrocchia San Nicola di Bari di Torella del Sannio

Don Antonio Adducchio è il nuovo parroco della parrocchia San Nicola di Bari di Torella del SannioDomenica 14 dicembre S. E. Rev.ma mons. Domenico Scotti presenterà ai fedeli della comunità parrocchiale di San Nicola di Bari di Torella del Sannio il nuovo parroco: don Antonio Adducchio.

Don Antonio è un sacerdote tenace, volitivo e dal cuore grande, infatti proviene dal mondo del lavoro e della cooperazione, vive con la mamma anziana e l’assiste quotidianamente con amorevole dolcezza e dedizione.

Egli è nato a Duronia il 13 giugno del 1958, ha svolto il ministero di diacono per molti anni e poi il 28 giugno 2002 è stato ordinato sacerdote dal Vescovo mons. Santucci. Don Antonio resta anche Amministratore Parrocchiale di San Nicola di Bari in Molise, parrocchia presso la quale da anni svolge il suo ministero di amato e stimato sacerdote.

Nella zona foraniale di Frosolone egli è molto conosciuto sia per la sua grande disponibilità nell’aiutare e nel sostituire gli altri parroci, sia per aver costituito un bel gruppo musicale, con il quale attraverso la buona musica, nelle chiese e nelle piazze, incontra tanti giovani in cerca di certezze per la loro fede e li evangelizza. Il Gruppo si chiama NUOVO MILLENNIO ed è sorto con il giubileo del 2000, dall'iniziativa di alcuni giovani di Duronia e Molise, di Torella, di Frosolone, di S. Pietro in Valle, di Castropignano, di Fossalto e di Matrice, con il supporto tecnico di Cosmoaldo di Baranello... La linea guida del gruppo, che principalmente esegue musiche di Giosy Cento, del Gen Verde e del Gen Rosso, è quella di utilizzare la musica come veicolo di evangelizzazione, nella consapevolezza che Gesù ci invita alla responsabilità di essere tutti cristiani gioiosi e motivati (per ulteriori notizie visitare il sito del gruppo www.nuovomillennio.altervista.org)

La comunità di Torella che accoglie festante don Antonio come nuovo parroco, negli ultimi anni è stata servita sempre da validissimi e dotti sacerdoti. Li vogliamo qui ricordare un po’ tutti, come sono immortalati nei bei quadri della sacrestia: don Giovanni Notte, il professore don Gioacchino Maselli, don Filippo De Simone, mons. Antonio Cerrone, don Antonio Mascia, mons. Angelo Sceppacerca, don Enzo Di Nunzio, Don Gino D’Ovidio in collaborazione con mons. Orlando Di Tella.

Dopo aver ringraziato vivamente tutti i sacerdoti che lo hanno preceduto, mons. Scotti consegnerà la bella e viva parrocchia di Torella a don Antonio Adducchio nella convinzione che egli si saprà coinvolgere perfettamente nella gestione della nuova evangelizzazione, come risposta alle attese profonde di ogni uomo. Infatti, diceva papa Giovanni Paolo II, “nel fondo dell’uomo contemporaneo, c'è in lui una sola, grande attesa: egli ha sete di Cristo. Il resto — ciò che serve sul piano economico, sociale, politico — lo può chiedere a tanti altri. Al sacerdote chiede Cristo! E da lui ha diritto di attenderselo innanzitutto mediante l'annuncio della Parola …. Celebrare l'Eucaristia è la funzione più sublime e più sacra di ogni presbitero”.

Una piccola nota personale e marginale: è facile, oggi, dir male dei sacerdoti e creare attorno ad essi un clima di divisione che non li aiuta, è facile anche far loro del male, con la “pacifica indifferenza”, ma solo quando si è provato a vivere in parrocchie senza parroco ci si rende conto che averlo, pur con tutti i limiti umani da cui nessuno di noi è esente, la sua presenza è sempre un dono incommensurabile. Comunque, in ogni caso è più proficuo ed è più saggio, oltre che più gradito al Signore, frenare la lingua ciarliera e spendere un po’ di energie nel pregare per i nostri sacerdoti, il compito dei quali non è mai né facile né lieve, e offrire con coraggio la propria disponibilità per un autentico spirito di servizio, attento, delicato, silenzioso, capace di comprendere, di donare… e anche di farsi da parte, al momento giusto.

Un augurio veramente di cuore a don Antonio, da parte dei suoi confratelli sacerdoti, ora che egli si assume il peso di questa nuova missione, affinché, con l’aiuto e la protezione di San Nicola e di San Clemente, riesca a valorizzare i laici “di buona volontà” che sono tanti a Torella per renderli corresponsabili della testimonianza cristiana, come pure ad essere lui stesso un prete che li capisca veramente, che li aiuti generosamente, che li stimoli in maniera saggia e intelligente, che insomma faccia capire loro come essi siano importanti, preziosi e indispensabili per la diffusione del Vangelo.Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaTorella del Sannio (CB), 14 dicembre 2008

Ultime news

  • descrizione

    Giornata commemorativa in nome del Servo di Dio Padre Matteo da Agnone

    Agnone, 12 novembre 2018News
  • descrizione

    Le foto della Messa di suffragio per il nostro Vescovo Emerito Antonio Santucci

    Trivento, 12 novembre 2018Foto e Video
  • descrizione

    S. Messa Solenne di suffragio per il nostro Vescovo Emerito S.E. Rev.ma mons. Antonio Santucci

    Trivento, 1 novembre 2018News
  • descrizione

    Buon compleanno Mons. Santucci

    Trivento, 31 ottobre 2018Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia