Professione perpetua di suor Nina Berardi | Segnalazioni

Segnalazioni

Professione perpetua di suor Nina Berardi

Professione perpetua di suor Nina Berardi

Sabato 18 aprile 2009, alle ore 17.30, presso il Santuario di Canneto, in Roccavivara (CB), mons. Domenico Scotti presiederà la celebrazione eucaristica durante la quale suor Nina Berardi, originaria della parrocchia Cattedrale di Trivento, farà la sua professione perpetua.

Suor Nina (nella foto la prima a sinistra) da anni lavora in Albania a servizio della Congregazione delle Sorelle Francescane della Carità fondate da mons. Vittorio Cordisco.
In Cattedrale si svolge in queste sere un triduo vocazionale di preghiera, di testimonianza e di riflessione sulla comune chiamata di ogni battezzato a lavorare per il Regno, compito che riguarda in modo particolare e con diverse responsabilità, secondo gli specifici carismi, ai genitori cristiani, ai sacerdoti e ai religiosi. Questo perché la santità è la sola vocazione del cristiano, qualunque sia la sua professione. “La Madre di Dio, interceda per tutte le nostre religiose, accompagni il loro cammino secondo il carisma del loro fondatore e sia questo il momento propizio per rinnovare e approfondire la loro risposta di piena donazione alla missione che il Signore ha affidato loro, Egli che vuole che la vita di ogni suora divenga una feconda testimonianza di servizio ai più bisognosi...”.

La frase di Gesù “La messe é molta, ma gli operai son pochi.,.”, giustamente per secoli l’abbiamo riferita solo ai sacerdoti e ai religiosi, è forse anche tempo di farne un’applicazione più ampia con riferimento ai fedeli laici chiamati ad una testimonianza esemplare nell’ambito del proprio lavoro e nel mondo della stessa famiglia cristiana, naturale culla e sorgente genuina di ogni altra vocazione particolare. Il grande oratore francese Lacordaire infatti diceva spesso che “il metodo più sicuro per conoscere la propria vocazione è tenersi pronti a fare ciò che Dio vorrà”.

Suor Nina, provata recentemente anche dalla perdita della casa paterna ad opera della frana che nei mesi scorsi si è verificata in contrada Vivara, corona sabato il suo desiderio di dedizione totale a Cristo nel servizio dei fratelli più poveri e bisognosi e può dire con fede a Cristo, lo sposo immortale "Sei tu che mi accendi, sei tu che mi prendi, lo sai / Sei tu che mi manchi e che non mi stanchi / Sei tu che mi hai creata e che tutto mi hai donato...".

A suor Nina auguriamo un mondo di bene e di felicità ora che può dire, insieme con san Paolo, e con sincera umiltà: “Non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me…”. Per le Sorelle Francescane della Carità di Montefalcone, questa è una grande occasione per condividere la gioia di appartenere alla famiglia religiosa fondata dal compianto mons. Vittorio Cordisco, per sovvenire con pronta disponibilità, da buone e sante samaritane, ad ogni genere di necessità specialmente verso i più deboli ed emarginati.

Voglia, il Signore, che una maggiore conoscenza della vita delle nostre suore, quelle celestiali creature così fedeli allo spirito de Vangelo, possa apportare nuovo ossigeno di ardente Carità e di servizio generoso a questa nostra Diocesi che ne ha tanto bisogno.

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaSantuario di Canneto - Roccavivara (CB), 16 aprile 2009

Ultime news

  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Recensione del Libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Spopolati e senza più servizi. I 40 Comuni dimenticati

    18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia