Natale in musica | Diocesi di Trivento

Riflessioni

Natale in musica

Natale in musicaNemmeno per questo Natale, pare, si potranno udire i classici mille violini suonati dal vento... di “modugnana” memoria.

Dopo un anno, così travagliato e difficile, quanti sogni svaniti, quante idee belle e quanti interessanti progetti di speranza della gente comune sono stati spenti nel mare dell’indifferenza, mare alimentato e turbato dalle passioni di politici e di governanti, malati, forse, solo di narcisismo e di protagonismo di bassa lega.

La dolcezza dei flauti e delle cornamuse resta, purtroppo ancora una volta, confinata nel baule della memoria di infantili ricordi, ovattati tra malinconie e tristezze che nessun rullo di tamburi riesce a disperdere. Le amarezze e le delusioni della vita quotidiana, come lievi ma insistenti tocchi sulle corde dell'arpa dei ricordi, solfeggiano una musica triste, connotata di dolori e di troppe illusioni.

Solo il sorriso del Bimbo celeste potrà ridonare un po’ di serenità e far nascere melodiosi accordi, pur tra le mille dissonanze... di una cogente e poco esaltante realtà quotidiana.

Le mille note natalizie beate..., tra suoni dolci ed aspri, a volte così forti e intensi, altre volte adagi e allegri, soffusi di toni malinconici e di gioiose impennate, compongono una sinfonia complessa che non tutti ora sono in grado di saperla riconoscere e apprezzare e, tanto meno, di saperla "suonare".

Eppure la vita, la nostra vita, tutta la vita cristiana è molto di più di poche note che s'alternano, si incrociano e ci elevano.

Potrà essere il Natale del 2010 l’occasione per recuperare ancora l'unica melodia, lì dove i nostri sguardi s'incontreranno, e ciascuno di noi riconoscerà, solfeggerà ed eseguirà la sua musica, con il suo ritmo personale, che diventerà, unita a quello degli altri, una sola possente armonia, nella quale i bisogni finiranno per intrecciarsi… e i progetti di pace non potranno sfuggirci più di mano?

Anche il sogno più bello e più santo, quando finalmente smette di essere sognato, se s'incarna in una comunità viva, unita e coesa, diventa vera musica... anzi, molto più che musica: sarà una canzone d'autore, la canzone dell’Autore divino, un inno di libertà e di pace, che supera i silenzi siderali e le facili impennate della propaganda dozzinale e della alienante pubblicità.di don Mimì FazioliTrivento (CB), 16 dicembre 2010

Ultime news

  • descrizione

    Le foto dell'inaugurazione del monumento di San Giovanni Paolo II a Belmonte

    Belmonte del Sannio, 16 luglio 2018Foto e Video
  • descrizione

    Inaugurazione del Monumento dedicato a San Giovanni Paolo II a Belmonte

    Belmonte del Sannio, 16 luglio 2018News
  • descrizione

    "Coltivare l'alleanza con la terra"

    Collemeluccio - Pescolanciano, 13 luglio 2018Foto e Video
  • descrizione

    Visita dei cresimandi di Torella del Sannio al Vescovo Mons. Claudio

    Trivento, 11 luglio 2018News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia