Trivento ricorda con ammirata venerazione il Vescovo mons. Epimenio Giannico | Diocesi di Trivento

News

Trivento ricorda con ammirata venerazione il Vescovo mons. Epimenio Giannico

Una foto di mons. Epimenio Giannico, Vescovo di Trivento dal 1937 al 1957

20 ottobre 1943: Trivento era occupata dai tedeschi in ritirata. Per le strade del paese il banditore (zì ‘Nd’nin) annunciò che al tramonto in Piazza Fontana sarebbero stati fucilati 10 giovani triventini, come rappresaglia perché nel bosco era stato ucciso un tedesco.

Mons. Giannico, vescovo di Trivento, lasciò l’episcopio, si presentò al comandante tedesco e chiese che venissero liberati i dieci giovani innocenti e si offrì come ostaggio al loro posto.

I giovani furono liberati, il vescovo fu trattenuto per una notte e poi liberato. Mons. Giannico regalò al comandante il suo orologio d’oro, ma quando i tedeschi lasciarono Trivento sfondarono la porta del suo garage e gli rubarono la macchina, una delle poche in funzione a Trivento.

E’ stato questo del Vescovo Epimenio un gesto di vero eroismo e perciò la sua figura è stata immortalata nel dipinto della cupola della Cattedrale.

Ufficio comunicazioni socialiTrivento, 20 ottobre 2017

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Messa nel trigesimo della morte di don Antonino

    Trivento, 2 aprile 2018News
  • descrizione

    Buon compleanno Vescovo Claudio

    Trivento, 31 gennaio 2018News
  • descrizione

    Cinquantesimo di sacerdozio di don Alessandro Di Sabato e don Lino Mastrangelo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Giornata dei giovani della Diocesi a Subiaco

    Subiaco, 6 aprile 2018News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia