Un incontro dei catechisti diocesani con don Flavio Placida | Diocesi di Trivento

News

Un incontro dei catechisti diocesani con don Flavio Placida

Un incontro dei catechisti diocesani con don Flavio Placida

Sabato 19 febbraio, presso il Teatro Italo-Argentino in Agnone, ore 16,30, ci sarà un incontro dei catechisti diocesani con don Flavio Placida. L'argomento di annuncio e dibattito è: il ministero del catechista nella Chiesa "in uscita", linee illustrative del Nuovo Rito di istituzione dei catechisti.

In questo momento, triste e doloroso, di pandemia abbiamo costatato un aumento di considerazione delle potenzialità dei mezzi di comunicazione sociale anche per le attività catechistiche, e probabilmente dovremo aggiornarci con un ripensamento globale delle modalità di coinvolgimento dei giovani e delle famiglie nell'azione pastorale delle comunità parrocchiali.

Tutti i catechisti della Diocesi sono stati invitati dal vescovo Claudio, tramite l'Ufficio Catechistico Diocesano ben diretto dal giovane sacerdote don Paolo Del Papa, a partecipare in Agnone a questo interessante incontro di aggiornamento e di approfondimento tenuto dal validissimo comunicatore don Flavio Placida, sacerdote diocesano di Catanzaro-Squillace, che è professore straordinario di Catechetica alla Pontificia Università Urbaniana. Oltre ad articoli su riviste scientifiche, ha pubblicato di recente: "Andate e narrate a tutti l'evangelo di Dio" (2017); "Comunicare Gesù. La catechesi oggi (2015); "La catechesi missionaria e la Nuova evangelizzazione nell'Europa post-cristiana" (2013); "Il dialogo tra catechesi e liturgia nell'itinerario di iniziazione cristiana" (2010); "Le omelie battesimali e mistagogiche di Teodoro di Mopsuestia" (2008); "Aspetti catechistico-liturgici dell'opera di Cromazio di Aquileia" (2005).

Vi è stata, recentemente, un'inchiesta interessante, promossa dalla Pontificia Università Salesiana: alla domanda che chiedeva ai catechisti se, in base alla loro esperienza, la catechesi attuale stesse attraversando o meno un periodo di crisi, il 36,5% risponde affermativamente, il 55,4% che «incontra alcune difficoltà» e lo 0,6% che «non presenta alcun problema». I motivi per cui si ritiene che la catechesi stia attraversando un momento di crisi o stia incontrando delle difficoltà, per la maggior parte del campione risiedono in fattori in qualche modo esterni alla catechesi stessa e imputabili alla scarsa comprensione della sua autentica natura. Per il 74,6% infatti, la crisi della catechesi dipende dal considerarla «come semplice preparazione ai sacramenti» e per il 70,2% «dal fatto che le famiglie e i ragazzi considerino la catechesi come un obbligo e non come una scelta» (70,2%).
Sulla stessa linea sono coloro che ritengono che le difficoltà della catechesi dipendano «da un generale disinteresse nei confronti della religione» (56%); «dalla generale crisi educativa del periodo attuale» (52,8%) e «dall'incapacità degli adulti, in particolare dei genitori, di assumersi le proprie responsabilità» (49,5%).

Il nostro Vescovo vuole intanto puntare l'attenzione a superare le difficoltà della catechesi adeguando e rafforzando i fattori organizzativi in qualche modo legati alla formazione di chi fa catechesi, che, secondo la suddetta indagine, per il 21,8% dipende anche dalla «carente preparazione pedagogico-didattica dei catechisti» e per il 18,9% dalla loro «scarsa preparazione teologica»; il 10% ascrivono la crisi all'«inesistenza di percorsi personalizzati di fede»; il 9% alla «mancanza di una corretta programmazione catechistica»; il 6,7% alla «scarsa formazione catechetica dei Parroci» e, infine, il 5,1% alla «marginalità della catechesi rispetto alle altre attività della parrocchia». È interessante notare come questa domanda abbia registrato anche un'alta percentuale di «altre risposte» (il 4,9%), segno che, nel pensiero dei catechisti, la crisi attuale della catechesi dipenda da molteplici cause, che si possono riassumere soprattutto nella scarsa coerenza di vita dei catechisti, nel fragile senso di appartenenza alla comunità, nella generale disaffezione nei confronti della vita cristiana e di fede.

Pronunciare oggi il termine catechesi evoca, nell'immaginario comune delle persone, il rimando con la memoria passata e recente, all'incontro di catechismo in parrocchia. Il termine catechesi, però, nella storia della Chiesa ha avuto un'evoluzione e un percorso molto interessante, soprattutto nei primissimi secoli subito dopo la morte di Gesù e la missione dei suoi apostoli, quella fu senz'altro, l'epoca d'oro della catechesi e ad essa noi dobbiamo saperci ispirare oggi.

Ufficio comunicazioni socialiAgnone, 17 febbraio 2022

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Le foto della Giornata Diocesana della Santificazione Sacerdotale

    Capracotta (IS), 13 giugno 2024Foto e Video
  • descrizione

    Giornata Diocesana della Santificazione Sacerdotale

    Capracotta (IS), 13 giugno 2024News
  • descrizione

    Inaugurazione dell'anno accademico 2023-2024 di Pianum ITAM

    Chieti, 10 ottobre 2023News
  • descrizione

    Gli eventi 2023 del Progetto Culturale della Diocesi

    Trivento, 2 maggio 2023News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia