Saluto del Vescovo Claudio al mondo della scuola in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico | Diocesi di Trivento

Vescovo

Saluto del Vescovo Claudio al mondo della scuola in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico

Immagine di una bambina che studia

Carissimi docenti e studenti, la lunga ricreazione estiva è finita: inizia per tutti voi un nuovo anno di scuola! Inizia così una nuova tappa importante di crescita e di formazione per la vita di tutti voi bambini, ragazzi, giovani, docenti e genitori!

È un nuovo talento che Dio vi concede, una nuova opportunità, un prezioso capitale di tempo, di energia e di lavoro per tutti! Afferma Sydney J. Harris: lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre, cioè aiuta ad uscire dal proprio narcisismo per abituarsi al confronto con la vita e con gli altri.

Anche se la Scuola per molti è sinonimo di sacrificio e di tanto impegno, tutto questo è estremamente necessario e doveroso per sapere costruire una propria personalità robusta e resistente, adatta ad affrontare le emergenze della vita! "La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo" era il significativo assioma di Malcom X.

Prima di tutto la Scuola costituisce un incontro coinvolgente fra voi, carissimi studenti e voi carissimi docenti, che diventa ogni giorno un valido insegnamento-apprendimento che allena positivamente all'ascolto e al dialogo, al confronto e alla reciproca fiducia!

La Scuola è sempre stata un luogo di crescita sociale e di collaborazione fra le famiglie, la comunità civica, la comunità religiosa, l'associazionismo religioso, i diversi spazi della cultura e del tempo libero! Proprio per questo il Piano dell'offerta formativa e il Progetto educativo devono essere individuati e fatti crescere con il contributo di tutti, senza mortificare nessuno e senza che qualcuno prevarichi nell'assolutizzare i propri interventi, ma piuttosto favorendo sempre e in ogni modo il principio di sussidiarietà e di accoglienza!

Se si comprende che la Scuola è ricerca e studio della verità, valorizzazione della dignità e dell'identità propria delle persone, educazione alla responsabilità e alla solidarietà, sviluppo del valore della propria esistenza e apertura al senso religioso della vita, allora si viaggia sul piano della concretezza e di un prospero avvenire. Infatti nella Scuola si educa e ci si forma alla cittadinanza e alla mondialità, cioè alla relazione interpersonale di reciprocità e alla non violenza, bensì alla Pace!

Michele Serra proclama che "Non curare la scuola è come dimenticare di annaffiare l'orto o di rifare il letto, è una forma di sciatteria depressiva, un torto che si fa al presente e un sabotaggio in piena regola del futuro" e Franklin D. Roosevelt affermava convintamente "La scuola deve essere l'ultima spesa su cui l'America è disposta a economizzare". Tutto questo, tradotto in soldoni, significa che sarebbe un grande giorno quello in cui la scuola prenderà dallo Stato tutti i soldi dei quali necessita, e non solo i pochi spiccioli di oggi, mentre l'esercito e l'aviazione dovranno organizzare una vendita di torte per comprarsi i micidiali bombardieri, forieri di sventura e di morte.

Proprio per questo nella Scuola c'è anche l'insegnamento della Religione Cattolica che voi ragazzi e giovani, credenti cattolici, potete realizzare con i vostri docenti in modo profondo e costruttivo al "sapere per la vita"! Rivolgiamo, pertanto, un caloroso e fraterno invito alle parrocchie a tenere in debita considerazione, nei programmi pastorali, sia l'insegnamento scolastico della Religione Cattolica, sia il catechismo parrocchiale.

E' proprio nella Scuola che voi, insegnanti della Religione Cattolica, saprete comunicare la sollecitazione a vivere la comunione ecclesiale, attingendo ad una fede cosciente e coerente le vostre motivazioni!

Infine la Scuola deve essere per voi, ragazzi e giovani, l'essere protagonisti importanti e non solo destinatari e utenti di quanto vivete, non subendo ma partecipandovi attivamente e con convinzione!

Auguri vivissimi di un proficuo e sereno anno scolastico, mentre vi ricordiamo al Signore e vi benediciamo di cuore.

Mons. Claudio Palumbo
Tramite il responsabile dell'Ufficio Scuola della Diocesi di Trivento

Vescovo ClaudioTrivento, 13 settembre 2018

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Gli scouts festeggiano e ricordano Augusto Ruberto

    Frosolone, 18 dicembre 2018News
  • descrizione

    Chieseabruzzomolise.it da oggi on line il sito della Conferenza dei Vescovi di Abruzzo e Molise

    7 dicembre 2018News
  • descrizione

    Una fiaccolata per i diritti di tutti

    Agnone, 30 novembre 2018News
  • descrizione

    Convegno del 30 settembre 2018 a Canneto

    Santuario di Canneto, 22 novembre 2018Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia