La cerimonia dell'incoronazione della statua della Madonna di Maiella | Diocesi di Trivento

News

La cerimonia dell'incoronazione della statua della Madonna di Maiella

La cerimonia dell'incoronazione della statua della Madonna di Maiella

Mons. Scotti, nel saluto iniziale, ha detto, fra l'altro: "RingraziandoLa per la pronta e generosa disponibilità a presenziare questa solenne celebrazione che culminerà con Incoronazione della statua della Madonna di Maiella, Le do ufficialmente il benvenuto anche a nome dei presbiteri e di tutta la comunità laicale della città di Trivento.

Grazie, eccellentissimo Prefetto della Congregazione dei Santi, per essere venuto a Trivento, che è stata antichissima e valorosa “Città Pentra”, appartenente al glorioso popolo Sannita, e che fu Municipio Romano fin dal 50 a.C., comprensivo di una discreta area territoriale, quindi importante centro cittadino amministrativo, politico ed economico dell’età imperiale.

Anche se sappiamo che le antiche sedi di Diocesi, nella maggior parte dei casi, venivano istituite nei capoluoghi municipali, l'origine della Diocesi di Trivento non è chiaramente databile, perché si riscontrano lacune rilevanti, dovute in massima parte a carenze di notizie scritte andate perdute o distrutte per eventi bellici, per incendi e/o saccheggi, per terremoti o per incuria degli uomini.

E’ tuttavia opinione comune che la Diocesi triventina abbia avuto inizio fin dai primi secoli del Cristianesimo: la tradizione orale, antica e difficilmente contestabile, vuole che la Diocesi sia sorta appena prima dell’editto di Costantino. A dimostrarlo è la sua antichissima Cripta, meraviglioso e incantevole tempio paleocristiano, sorta sulle rovine di un tempio pagano dedicato a Diana.

Tutto questo si dice, anche se i primi documenti storici scritti attestanti la sede vescovile di Trivento, risalgono solo intorno al decimo secolo. La Diocesi di Trivento ha avuto, nell’arco dei secoli, Vescovi insigni che hanno saputo coniugare le scienza con la fede, le buone lettere con buoni costumi e l'ardimentoso coraggio alle virtù degli Apostoli e dei santi...

Eccellenza Reverendissima, La preghiamo vivamente di riportare a Sua Santità Benedetto XVI, del quale Lei è strettissimo e stimatissimo collaboratore, i voti delle nostre quotidiane preghiere, anche perchè il 9 aprile scorso, quando ha benedetto la corona e la raggiera in piazza San Pietro il Papa ha avuto per noi parole di apprezzamento e di lode.

Consapevoli che la nostra comunità sta per vivere un momento davvero toccante e storico, ci accingiamo ad ascoltare con attenzione tutto quanto il suo cuore di padre e pastore ci dirà questa sera e tutti insieme vogliamo pregare anche per invocare la protezione della Beata Vergine Maria su di Lei e sul delicato nuovo compito che il Santo Padre Le ha di recente affidato".

Dopo la cerimonia il solerte don Luigi, parroco di Santa Croce e promotore della bella iniziativa, ha guidato la fiaccolata che ha riportato la statua di Sant'Anna con Maria bambina nell'antico Santuario celestiniano di contrada Maiella.

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaTrivento (CB), 31 agosto 2008

Ultime news

  • descrizione

    Le catechesi del Vescovo Claudio in occasione dell'Avvento 2018: il primo incontro ad Agnone

    Agnone, 2 dicembre 2018News
  • descrizione

    Altro foto dell'Ordinazione Presbiterale di don Tarquinio Ritota

    Trivento, 27 novembre 2018Foto e Video
  • descrizione

    Ordinazione Presbiterale di don Tarquinio Ritota

    Trivento, 27 novembre 2018Foto e Video
  • descrizione

    Il percorso sui 10 comandamenti nella parrocchia di S. Maria Assunta a Frosolone

    Frosolone, 24 novembre 2018News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia