Celebrata a Carovilli la 5^ edizione del premio ‘Beati i miti’ | Diocesi di Trivento

News

Celebrata a Carovilli la 5^ edizione del premio ‘Beati i miti’

Celebrata a Carovilli la 5^ edizione del premio ‘Beati i miti’Domenica scorsa, 7 febbraio 2010, a Carovilli si è celebrata la 5^ edizione del premio ‘Beati i miti’, che sull’esempio del Santo Protettore, S. Stefano del lupo, vuole aiutare tutti, concittadini e non, a riflettere sulle variegate forme della mitezza, su cui modellare la propria vita.

Quest’anno il tema affrontato nel seminario è stato ‘Mitezza e vita socio-politica’, il relatore l’ on. Savino Pezzotta.

La moderatrice, la prof. Marina Paglione, ha condotto i lavori accogliendo gli ospiti – erano presenti politici, amministratori, autorità e alcuni dei premiati delle precedenti edizioni, curando l’introduzione in cui ha spiegato il senso della manifestazione, introducendo il relatore.

L’on. Pezzotta ha spaziato dai problemi sociali a quelli etici, da quelli economici a quelli politici, a quelli dell’immigrazione, coniugandoli con il tema della mitezza che è atteggiamento non remissivo né passivo ma attivo e maturo per prendersi cura dell’altro, raggiungibile attraverso la via delle virtù cardinali.

La politica dovrebbe creare le condizioni per cui le persone abbiano il piacere di incontrarsi, di prendersi cura l’uno dell’altro, di rispettare la vita, che è un valore in sé, dal concepimento alla morte naturale, indipendentemente dalla forma in cui può esprimersi : le disabilità sono situazioni concrete da accogliere con amore, spirito di solidarietà, non situazioni da emarginare o negare. E’ la famiglia il luogo in cui questi valori vengono trasmessi e custoditi, che deve essere valorizzata ed aiutata con opportune politiche.

Trasversali, all’intervento, sono stati i riferimenti ai documenti conciliari e soprattutto all’ultima enciclica di papa Benedetto XVI, ‘Caritas in veritate’.
Rispondendo agli interventi del successivo dibattito l’on. Pezzotta si è detto fiducioso, perché, nonostante quello che i mezzi di comunicazione ci mostrano, sono tante le persone che lavorano per perseguire il bene comune con carità e giustizia.

Dopo la replica del relatore, don Aleandro Cervellini, il parroco che ha proposto Marcos, il bambino a cui è stato assegnato il premio, ma che nel frattempo è, probabilmente, tornato in Argentina, ha fatto conoscere Marcos e la sua famiglia attraverso un filmato delle attività che il ragazzo aveva svolto durante la sua permanenza in Italia.
Al termine il Vescovo, S. Ecc. Mons.Scotti, ha consegnato a don Cervellini la pergamena-attestato del premio (€ 1000) che verrà consegnato a Marcos non appena si riuscirà a contattarlo.Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaCarovilli (IS), 18 febbraio 2010

Ultime news

  • descrizione

    Le foto della conferenza della Prof.ssa Sr. Mary Melone

    Agnone, 25 aprile 2018Foto e Video
  • descrizione

    Un dono da Bakary Sohna del Gambia al vescovo di Trivento

    Schiavi d'Abruzzo, 24 aprile 2018Foto e Video
  • descrizione

    LA POSIZIONE DELLA DONNA NELLA CHIESA: RASSEGNAZIONE O CAMMINO?

    Agnone, 21 aprile 2018News
  • descrizione

    Addio a Don Carmelo Sciullo, partigiano e medaglia d'argento per l'alluvione del '54

    Capracotta, 19 aprile 2018News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia