L'Arcivescovo Emerito di Lecce, S. E. Mons. Cosmo Francesco RUPPI, relatore nell'ultimo incontro quaresimale | Diocesi di Trivento

Segnalazioni

L'Arcivescovo Emerito di Lecce, S. E. Mons. Cosmo Francesco RUPPI, relatore nell'ultimo incontro quaresimale

L'Arcivescovo Emerito di Lecce, S. E. Mons. Cosmo Francesco RUPPI, relatore nell'ultimo incontro quaresimaleSabato 20 Marzo 2010, alle ore 17.45, a Trivento (CB), presso il Centro Polifunzionale di Colle San Giovanni, si terrà l’ultimo dei cinque incontri-conferenze organizzati per la Quaresima 2010. Il Relatore sarà una personalità veramente illustre: S. Ecc. Rev.ma Mons. Cosmo Francesco RUPPI, Arcivescovo Emerito di Lecce, il quale parlerà di: “Anno Sacerdotale: C’è un futuro per il prete?”.

S. E. Mons. Cosmo Francesco Ruppi, sacerdote dal 18 dicembre 1954, il 13 maggio 1980 fu eletto vescovo delle diocesi di Termoli e Larino, unite in persona episcopi (in plena unione dal 30 settembre 1986) e ricevette l'ordinazione episcopale il 29 giugno 1980 dal cardinale di Napoli S. Em. Corrado Ursi nella piazza della sua cittadina natale di Alberobello.

Il 7 dicembre 1988 fu eletto arcivescovo metropolita di Lecce. E’ stato presidente della Conferenza Episcopale Pugliese fino al gennaio 2008. Presso la Conferenza Episcopale Italiana ha fatto parte delle commissioni per le comunicazioni sociali e per la Scuola, l'Educazione e la Cultura.
Ha svolto e svolge tuttora una brillante attività giornalistica, al Corriere del Giorno di Taranto e cura la rubrica religiosa dedicata al Vangelo ogni domenica su una grande emittente pugliese Telenorba e ogni mattina sul canale nazionale di Radiouno, dove illustra la vita del santo del giorno.

E’ stato un vescovo impegnatissimo: a Termoli fece venire il Papa tra gli operai della Fiat nel 1981, a Lecce non si contano le opere di beneficenza iniziate da lui, un esempio per tutti è l’aver creato e difeso il centro “Regina Pacis”, in risposta ai continui inarrestabili sbarchi albanesi. Purtroppo in cambio delle molteplici solidarietà e dei tanti aiuti forniti ai diseredati, agli immigrati, ha ricevuto in cambio ingratitudine e schiaffi in faccia dai suoi stessi diocesani, ma forte nella sua fede è andato sempre avanti, trovando piena consolazione e conforto in Cristo Risorto.
Una delle sue frasi più celebri, pronunciata durante un discorso alla città in piazza Duomo, è stata: «La Chiesa è povera, ma ricca di poveri!». Con essa volle senz’altro riassumere le dure condizione in cui si trova la Chiesa nel suo quotidiano adoperarsi per i bisognosi. In un'altra occasione per ribadire l'indipendenza della Chiesa dalle pressioni di natura politica affermò in un celebre discorso: «Il vostro arcivescovo è servo di tutti, ma non è servo di nessuno!».

Ultimamente l’arcivescovo emerito di Lecce, mons. Cosmo Francesco Ruppi, ha chiesto “una legge o almeno un decreto legge per fermare il superenalotto. La febbre del superenalotto, che per alcuni è divenuta una vera idolatria, va fermata senza alcuna remora e quanto prima possibile”, ritenendola una nuova vera e propria idolatria da combattere, specialmente in questi tempi di crisi, perché con essa si approfitta e si strumentalizza la speranza di milioni di persone per specularci sopra…

I Vescovi italiani recentemente hanno scritto un documento sulla situazione della Chiesa nel meridione d’Italia, ebbene già anni fa l’arcivescovo Ruppi si batteva contro il degrado morale e politico, ecco alcuni stralci del suo pensiero: “……la questione meridionale non si risolve con le elemosine, col trasferimento delle risorse, peraltro urgente e necessario; non si risolve annunciando futuri piani o assetti di governo…… ma con una inversione di mentalità e di programmi, che vanno studiati dagli stessi uomini che operano e lavorano nel Mezzogiorno d’Italia. …… Bisogna che i partiti facciano un passo indietro e che sorga una nuova classe dirigente, un nuovo meridionalismo che non faccia solo analisi storico-sociologiche ma anche piani di sviluppo e progetti organici per superare il gap che divide il Sud dal Nord”.

Detto dell’importanza notevole ed eccezionale del conferenziere, grande comunicatore che si distingue per la sua indubbia capacità di cogliere gli aspetti problematici della vita e di condensare il pensiero con rara capacità di sintesi, resta da precisare anche l’attualità del tema che da mons. Ruppi sarà trattato: la grandezza, le difficoltà e il futuro della vita sacerdotale.

Sacerdote oggi non è solo colui che si distingue perché veste diversamente dagli altri, con il suo bel colletto bianco su veste nera talare o abbinato a moderno clergyman, ma è quella persona che vive con un grande tormento nell’animo, nonostante i violenti attacchi degli increduli, portare Cristo al mondo perché il mondo si innamori di Cristo, unico e autentico maestro di libertà.. E se il sacerdote, come affermava Francesco di Sales, continuerà a possedere quel tantino di scienza abbinato ad un barile di prudenza e sarà sempre ricco di un oceano di pazienza unita a tanta fede, potrà affrontare a testa alta tutte le più subdole, moderne ed insidiose sfide che gli uomini e il mondo, in continua frenetica evoluzione, gli lanciano ad ogni piè sospinto. Il nostro Vescovo mons. Scotti, il Consiglio Pastorale Interparrocchiale e i parroci della città di Trivento ringraziano anticipatamente e di cuore mons. Ruppi per aver voluto dedicarci questo pomeriggio e soprattutto per la ricchezza di idee, per la profondità delle riflessioni e per la suggestione dei ricordi personali che ci comunicherà nella sua conferenza di sabato. Inoltre questi stessi organizzatori invitano tutti i cittadini a partecipare numerosi, ne riceveremo senz’altro tanti benefici spirituali atti a sostenerci nei nostri progetti pastorali, a confortarci nei nostri sforzi di aggiornamento, nonché a rimotivarci e ad entusiasmarci nelle nostre scelte di fede.Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaTrivento (CB), 17 marzo 2010

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    L'8 dicembre il Vescovo Claudio presenterà un omaggio floreale alla statua del Cuore Immacolato di Maria

    Trivento, 7 dicembre 2017News
  • descrizione

    Le foto della Giornata dell'Adesione all'Associazione Ecclesiale Unitalsi

    Trivento, 5 dicembre 2017Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia