Si sono spente ormai le luci sul sipario dei comizi elettorali | Diocesi di Trivento

Riflessioni

Si sono spente ormai le luci sul sipario dei comizi elettorali

Si sono spente ormai le luci sul sipario dei comizi elettorali Si sono spente ormai le luci sul sipario dei comizi elettorali, ma non è purtroppo estinto il clamore coronato di proclami fantasiosi e quest'oggi inizia l'ultimo frammento di un’attesa che sa tanto di farsa, se non di dolorosa tragedia.

Durante i comizi finali si sono sferrati gli ultimi assalti, sono state sparate le residue cartucce spesso bagnate ed inefficaci e siamo andati al vototra le paure del centrodestra e le divisioni del centrosinistra. Probabilmente nessuno degli illustricandidati avrà il coraggio di ripercorrere i solchi dissodati per arare la terra della speranzae dove hanno seminato promesse e progetti, ma non vi hanno seminato con l’anima e il cuore, e nessuno potrà mai raccogliere i frutti della verità.

Confrontando il palinsesto delle menzogne conclamate con i bisogni disattesi della gente comune, ritrovo che le tracce dei SETTE PECCATI SOCIALI svelati e avversati da Gandhi (1925) sono più che mai ancora oggi visibili ed attuali nella nostra società: Ricchezza senza lavoro, Commercio senza moralità, Scienza senza umanità, Culto senza sacrifici, Piacere senza conoscenza, Conoscenza senza carattere, Politica senza principi

Ora a conti fatti, alcuni, pochi per la verità, stanno per conquistare una comoda poltrona, mentre ad altri non resta che portare ogni giorno da soli la propria croce: è una croce che ti aspetta al mattino ai piedi del risveglio e ti accompagna fino a sera quando ti infili nel letto dei sogni mai realizzati. E’ una croce che è fatta del legno della barca insicura che diviene tomba nel mare infido, cercando libertà; è una croce che è coperta di polvere da sparo che in un attimo fa scempio delle sue carni; è una croce che è fatta di violenze e di stupri che d'un sentimento puro si avvolge nel silenzio del pudore e della paura.
Durante la propaganda elettorale in tanti hanno profumato ad arte i sentieri delle nostre speranze con progetti accattivanti, ma poi ci siamo accorti di aver ascoltato solo belle e semplici favole. Ci restano le lacrime nude e sguarnite dell'aurora, con i tanti granelli di pietà e di disperazione che sono cosparsi abbondanti sul sentiero della giornata e non certo possono addolcire il passo cadenzato del lavoro quotidiano.

Musica di arpa scordata e stridula è stata la melodia di questa ultima campagna elettorale. Ci resta la tristezza di una occasione di primaverile entusiasmo che presto è sfiorito per l’incapacità di tradurre in certezze le chimere della politica del buon fare e gli appelli disordinati trasformatisi in demolitori e ruvidi tentativi di usurpazione. E sono questi che causano profondo dolore e immensa delusione a chi ancora crede nell’alto valore della politica e cerca un’opportunità per uscire fuori dal coro delle menzogne e delle illusioni.

Ho riletto anche alcuni autorevoli proclami per cercarvi qualcosa di interessante e propositivo. Ma ora che i bagliori fatui delle promesse si sono spenti e i fiori delle speranze sono appassiti, l'anima delusa, curvata al capezzale della speranza agonizzante, piange “sui volantini e i santini” sparsi e abbandonati, quasi nascosti nell'angolo remoto del non senso.

Come i verdi rami, in questo maggio odoroso, si elevano verso l’alto carichi di gemme mature, anche a noi non resta altro che alzare verso il cielo le braccia, come rami in preghiera, nell’attesa e nella speranza di un domani diverso, a beneficio di un popolo non più in lutto e tradito.don Mimì FazioliTrivento (CB), 16 maggio 2011

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    Nuovi siti di Missio e di Popoli e Missione, diretti da Giulio Albanese

    Trivento, 13 dicembre 2017News
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    L'8 dicembre il Vescovo Claudio presenterà un omaggio floreale alla statua del Cuore Immacolato di Maria

    Trivento, 7 dicembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia