Domenica 27 novembre il Vescovo mons. Scotti conferisce il mandato ai Ministri straordinari della Comunione | Segnalazioni

Segnalazioni

Domenica 27 novembre il Vescovo mons. Scotti conferisce il mandato ai Ministri straordinari della Comunione

Domenica 27 novembre il Vescovo mons. Scotti conferisce il mandato ai Ministri straordinari della ComunioneDomenica 27 novembre il Vescovo mons. Scotti conferisce il mandato ai Ministri straordinari della Comunione Domenica 27 novembre, ore 18.00, in Cattedrale il Vescovo mons. Scotti, durante la celebrazione eucaristica, conferirà il mandato ai Ministri straordinari della Comunione.

Nelle scorse settimane, il cerimoniere vescovile ha tenuto incontri formatori in varie luoghi della Diocesi alle persone segnalate dai parroci perché collaborino con loro nella distribuzione della Comunione, specialmente presso i malati.

La possibilità di questo servizio è un gesto di squisita carità della Chiesa "perché non restino privi della luce e del conforto di questo Sacramento i fedeli che desiderano partecipare al banchetto eucaristico" e ai frutti del sacrificio di Cristo.

Il Ministero straordinario della Comunione è affidato a laici, uomini e donne, anche se a molti è apparso una novità senza precedenti. Ma storicamente non è così: già al tempo di S. Giustino si registrano casi di laici incaricati a portare la Comunione. Fino al secolo quinto e oltre, i fedeli uomini e donne ebbero la facoltà di portare a casa il Corpo del Signore e di comunicarsi.

Ad alcuni laici veniva affidato il compito di recare il viatico ai moribondi. Tale ministero viene riscoperto e riproposto dalla Istruzione "Immensae caritatis" del 29 gennaio 1973. E’ un ministero affine a quello dell’Accolitato. Questo servizio se ne differenzia però per il campo più ristretto per le circostanze eccezionali in cui può essere esercitato.

Può essere un incarico straordinario, non permanente, concesso, in assenza dei Diaconi e degli Accoliti, in relazione a particolari e reali necessità di situazioni di tempi e di persone, dovute ad una particolare affluenza dei fedeli alla celebrazione eucaristica. In via ordinaria, invece, il mandato viene conferito dal Vescovo a fedeli presentati mediante domanda rivolta all’Ufficio Liturgico dal Parroco della propria parrocchia di residenza. Il bene spirituale e pastorale che proviene da questo Ministero è considerevole sia per i singoli fedeli che per le case religiose, per gli ospedali, per le case di cura e per gli ammalati nelle loro case.

Questo mandato ha durata triennale, il suo rinnovo non è affatto automatico, ma si richiede che il Ministro Straordinario abbia realmente vissuto il proprio Ministero secondo le regole enunciate, e deve essere esercitato solo ed esclusivamente nell’ambito della Parrocchia di appartenenza.

Il Ministero non si esaurisce nel portare la Comunione continua nella carità, visitando durante la settimana gli ammalati e gli anziani, sostenendoli nella sofferenza ed invitandoli a pregare sia da soli che con i familiari e le persone addette alla loro cura.

La spiritualità del Ministro Straordinario, quindi, non può che essere fortemente eucaristica. Si sottolinea ancora la preziosità di questo ministero che fa da ponte tra la Comunità parrocchiale, gli ammalati e la famiglia. E’ quindi un’ulteriore preziosa opportunità offerta agli operatori pastorali per evangelizzare, per cui si richiede che il Ministro Straordinario della Comunione partecipi ai ritiri, agli incontri, ai corsi di formazione che l’Ufficio Liturgico e la Pastorale della Salute annualmente andranno a proporre.


ELENCO DI COLORO CHE HANNO RICEVUTO
IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE IL 27 11 2011 NELLA CATTEDRALE DI TRIVENTO

1. Della parrocchia di Santa Maria Assunta in Celenza sul Trigno
DI NOCCO LUCIANA

2. Della parrocchia della trasfigurazione in Torrebruna
FRANCHELLA GUIDO
CHIELLI GIUSEPPINA

3. Della parrocchia di Santa Vittoria in Guardiabruna di Torrebruna
COSTANZO DENIS

4. Della parrocchia di Santa Maria Assunta in Fossalto
FIRPO MARIAROSARIA
FIRPO NAZARIO
PALOMBO ANNA
CIARLITTO FELICINA
CARELLI FRANCESCA
TULLO PIERO
VERGALITO GIOVANNA
CARELLI BEATRICE
DE SIMONE EMILIA
RAUSO ELISA

5. Della parrocchia del Santissimo Salvatore in Castropignano
MACORETTA GIUSEPPE

6. Della parrocchia di Santa Croce in Trivento
FIERRO ATTILIO
PORFIRIO AMALIA

7. Della parrocchia della Cattedrale in Trivento dell’istituto Suore Degli Angeli
SUOR TECI
SUOR GIOSI
SUOR ERNA

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni SocialiTrivento (CB), 23 novembre 2011

Ultime news

  • descrizione

    Trivento ricorda con ammirata venerazione il Vescovo mons. Epimenio Giannico

    Trivento, 20 ottobre 2017News
  • descrizione

    Cinquantesimo di sacerdozio di don Alessandro Di Sabato e don Lino Mastrangelo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Don Simone Iocca nuovo parroco di Pietracupa

    Pietracupa, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia