55 anni fa scomparve don Enrico De Aloysio | News

News

55 anni fa scomparve don Enrico De Aloysio

55 anni fa scomparve don Enrico De Aloysio55 anni fa scomparve don Enrico De Aloysio Gli successe per pochi mesi don Michele D’Andrea cui seguirono i 54 anni di don Nicola Gentile.

Da quattro mesi don Erminio Gallo sta imprimendo un nuovo corso

27 aprile 2013, 55° anno dalla morte di don Enrico De Aloysio, parroco di San Maria Assunta in Celenza sul Trigno, ivi nato il 27.03.1878 da Domenico-legale- e da Maria Clarice Della Fazia originaria di Dogliola; oltre alla sorella Giulia aveva un fratello, Tommaso -Segretario Comunale- e Vincenzo -possidente- (padre di Angelo “don Angiolino”, funzionario dell’Ufficio Imposte).

Era il 1958. Imponente fu il funerale. Il vescovo Crivellari, i preti della Diocesi, intere scolaresche con gli insegnanti e moltitudine di gente ne accompagnarono la salma al cimitero con un tempo avverso di pioggia e vento. L’epigrafe così recita: « All’anima del tuo servo fedele dona, o Signore, la pace dei giusti».

Succeduto a don Ireneo De Aloysio (1907-1937), è stato parroco dal 1937 ad aprile 1958.

Molto colto, è stato amante dell’arte sacra e suo custode. Ha conservato statue e quadri sacri tuttora presenti, per la maggior parte, nella chiesa di S. Maria Assunta e nel Santuario San Donato: la tomba in pietra dei Pignatelli, un bellissimo coro ligneo dietro l’altare, a San Donato, un pulpito sostenuto da un’aquila lignea nella parte centrale della navata principale. Ha provveduto alla ricostruzione della ex Chiesa di Santa Lucia, rimasta sconsacrata, poi adibita a sede dell’Azione Cattolica ed ora sede dell’Ufficio Postale, alle manutenzioni delle due chiese principali danneggiate dall’ultima guerra. Ha custodito l’archivio parrocchiale, arricchito da manoscritti ed appunti personali citati nel libro “Percorsi di Microstoria- Celenza sul Trigno in età moderna e contemporanea-” del 2005, del prof. Costantino Felice. C’è ancora materiale che potrà essere utile per gli appassionati ricercatori di storia locale. Lo storico Felice riporta un passaggio del manoscritto di don Enrico che nel 1954, in occasione del 4° centenario della morte del Beato Sebastiano da Celenza, annotava «dotato di tanta umiltà e devozione…che sembrava il modello della virtù, il disegno della santità» per far conoscere la figura del monaco francescano,predicatore famoso, seppellito nella Chiesa di San D’Onofrio a Vasto.

Riceveva i parrocchiani nella casa canonica in Piazza del Popolo, ora in fase di ristrutturazione a seguito delle pratiche avviate dalla Curia Vescovile durante l’attività del precedente parroco mons. Nicola Gentile, che aveva riscattato l’immobile a favore della Parrocchia. Don Enrico aveva garantito terreni di proprietà parrocchiale lungo l’attuale Via Rinascita ed un rudere nei pressi del campanile in Piazza del Popolo, agevolando l’attività del suo successore don Nicola che, con finanziamenti pubblici, realizzò la nuova casa canonica e la Casa del Giovane.
Per iniziativa congiunta di don Enrico e l’allora sindaco Elio De Aloysio, don Vittorio Cordisco inviava a metà degli anni ’50, per qualche anno, le Suore Francescane della Carità di Montefalcone nel Sannio che sarebbero tornate nel 1958, grazie a don Nicola,.e rimaste fino al 2012.
Prima delle Suore si occupavano di catechismo la sig.na Gaetana Colaneri, originaria di Trivento, e volontarie celenzane.

Don Enrico viene ricordato dagli anziani come ottimo predicatore e un buon pastore. Dopo la sua morte, per alcuni mesi, ha svolto attività parrocchiali don Michele D’Andrea di Capracotta, fino a quando, come vincitore di concorso, subentrò, il 30 settembre 1958, don Nicola Gentile.

Dal 16 dicembre 2012 esercita la sua opera parrocchiale don Erminio Gallo, di Montefalcone nel Sannio, in carica come cancelliere presso la Curia Vescovile.Antonio CieriTrivento, 29 aprile 2013

Ultime news

  • descrizione

    Trivento ricorda con ammirata venerazione il Vescovo mons. Epimenio Giannico

    Trivento, 20 ottobre 2017News
  • descrizione

    Sacramento della Cresima presso la parrocchia di Sant'Antonio Abate ad Agnone

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Recensione del Libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 18 ottobre 2017News
  • descrizione

    Spopolati e senza più servizi. I 40 Comuni dimenticati

    18 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia