Bimbi, suore e maestre in festa per la beata Maria Teresa Scrilli | Diocesi di Trivento

News

Bimbi, suore e maestre in festa per la beata Maria Teresa Scrilli

Bimbi, suore e maestre in festa per la beata Maria Teresa Scrilli Suore, bimbi e maestre in festa, questa mattina, a Castiglione Messer Marino, per le celebrazioni in onore della beata Maria Teresa Scrilli, fondatrice dell'ordine al quale appartengono le religiose che gestiscono l'asilo parrocchiale.

Una solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal parroco don Vincenzo Lallie animata dal coro dei bambini della scuola paritaria per l'infanza, dedicata alla memoria dalla suora educatrice. È stato questo l'omaggio reso dalla comunità di Castiglione, decine e decine di giovani famiglie, alla beata Maria Teresa Scrilli nel giorno della sua memoria liturgica. La religiosa, vissuta nel 1800, si dedicò all’educazione delle bambine "instillando nelle loro anime un santo timore di Dio e l’amore della virtù".

"I frutti del suo lavoro, quel seme buono seminato nel lontano 1800, sono giunti fino a noi, qui a Castiglione e in tutto il mondo, grazie alla presenza in mezzo a noi delle suore", ha rimarcato, nel corso dell'omelia, don Vincenzo Lalli.

La religiosa fondatrice dell'ordine al quale appartengono le suore che gestiscono l'asilo non ebbe certo vita facile nella sua missione, vista la particolare situazione politica dell'epoca, con l’anticlericalismo e la massoneria imperanti. Situazione non molto diversa da quella attuale, con le giovani generazioni insidiate dal relativismo religioso e culturale, da un materialismo e un consumismo esasperati che fanno perdere di vista le cose importanti e fondamentali, da una cultura della morte e del "tutto è lecito" che mira a sfaldare l'istituto stesso della famiglia e a trasformare il dono dell'essere genitori in un diritto concesso, in nome di una stolta legge umana, anche a coppie dello stesso sesso. Ed ecco allora l'importanza, per i bambini, di poter ricevere un'educazione imperniata sui principi della dottrina della Chiesa. Delicato compito affidato proprio alle suore che gestiscono, insieme alla maestre, l'asilo parrocchiale di Castiglione Messer Marino. E quei piccoli semi buoni, piantati nel cuore dei bimbi, porteranno frutto.

"Le preoccupazioni della vita presente, il lutto, la malattia, le prove e le croci, la mancanza di soldi e di lavoro, possono gettarci nella disperazione, - ha spiegato il sacerdote - Noi cristiani però non dobbiamo perderci d'animo, possiamo e dobbiamo affidarci al Signore. E infatti sta scritto: Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita".

Nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Sta in questa frase la potenza rassicurante della Provvidenza. È quel messaggio ciò che dà fiducia al cristiano, nonostante le prove e le difficoltà della breve vita terrena. Parole di fiducia, dunque, quelle del Vangelo di oggi, riproposte dal parroco don Vincenzo Lalli alle tante famiglie che hanno preso parte, insieme ai bambini, alla solenne celebrazione eucaristica.

E nel corso della messa sono state raccolte anche le offerte per l'emergenza umanitaria nelle Filippine, paese devastato dalla furia degli elementi.Francesco BottoneCastiglione Messer Marino, 18 novembre 2013

Ultime news

  • descrizione

    Recensione dell'ultimo libro di Don Erminio Gallo

    Agnone, 9 ottobre 2018News
  • descrizione

    Inizio del corso per fidanzati

    Santuario di Canneto, 8 ottobre 2018News
  • descrizione

    Partita la Scuola di Teologia "San Casto" ad Agnone

    Agnone, 8 ottobre 2018News
  • descrizione

    Il saluto di mons. Santucci a Papa Giovanni Paolo II

    Agnone, 8 ottobre 2018Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia