Memoria di uno stile di vita cristiano | Diocesi di Trivento

Riflessioni

Memoria di uno stile di vita cristiano

Memoria di uno stile di vita cristiano Non è facile che la figura di una religiosa occupi lo spazio dei mezzi d'informazione.

Noi proviamo a portarvene una che ci ha lasciato da poco, che ha vissuto tutta la sua vita per gli altri e di cui abbiamo un ricordo pieno di affetto e di gratitudine.
Suor FILOMENA ZITO, impegnata per lunghi anni presso la scuola materna e la casa di riposo "Villa Serena" di Duronia dal 1965 al 2004, è morta il 25 febbraio a Roma, dove le esequie hanno avuto luogo il giorno successivo alle ore 14,00 presso l'Istituto Maria Immacolata in Via Tor de Schiavi n. 150 a Centocelle.

Due messe di suffragio sono state celebrate a Duronia (CB) domenica 2 marzo alle ore 11,00 ed alle ore 16,30 presso la casa di riposo "Villa Serena".

A Roma ha partecipato al funerale una delegazione di duroniesi che con la loro presenza hanno testimoniato l'affetto della cittadinanza intera per questa suora che ha dedicato quarant'anni della sua vita alla comunità del piccolo paese del Molise centrale.

A Duronia le due celebrazioni eucaristiche di domenica 2 marzo hanno visto una presenza massiccia di tutte le suore e del popolo che hanno voluto con la preghiera ringraziare il Signore del grande dono dato alla parrocchia con la presenza operosa, attiva ed intelligente di Suor Filomena Zito
che non solo è stata nel paese una testimone fedele e credibile della sua fede in Dio, ma ha fatto sentire a tutti la bellezza di chi sa dedicarsi agli altri con amore disinteressato secondo un coerente stile di vita cristiano.

Il compianto don Giovanni Russo aveva appena terminato la struttura per la scuola materna e per la casa di riposo e contattò la Congregazione delle Suore Missionarie Francescane del Sacro Cuore per la gestione delle due attività.
A Duronia arrivarono allora cinque suore tra cui la superiora, suor Filomena Zito.

Questa comunità di religiose dal 1965 è stata ed è ancora un punto di riferimento per l'intera collettività.

Suor Filomena Zito ha lasciato il suo impegno a Duronia nel 2004, ma alcune famiglie sono rimaste in contatto con lei sia telefonicamente che con visite nella casa della Congregazione in viale Trastevere dove lei viveva.

Dolcissima come persona, accogliente con chiunque, sempre disponibile verso il prossimo e soprattutto con i più bisognosi di attenzioni e cure, particolarmente amorevole con le anziane ospiti della struttura "Villa Serena", dotata di grande apertura verso la cittadinanza, capace di ricoprire il ruolo di educatrice con responsabilità e competenza, suor Filomena ha dato veramente molto ai duroniesi sul piano umano, spirituale, educativo e culturale.

Era infaticabile, perché, oltre al ruolo di madre superiora, si dedicava all'impegno didattico della scuola materna, alla cura delle anziane, ma anche alla cucina ed alle pulizie.
Con le altre suore ha avuto relazioni di stima, di affetto, di collaborazione, sentendosi sempre una di loro pur nel ruolo di coordinamento cui era stata chiamata.

La nostra generazione deve molto a Suor Filomena Zito ed in generale alle suore presenti a Duronia, perché hanno rappresentato il lievito pedagogico e didattico della crescita culturale e spirituale dei nostri figli e nipoti.
Se questi sono cresciuti nella fede e cercano di testimoniarla intorno a loro, lo dobbiamo alla parrocchia, ma anche a maestri di vita come suor Filomena.

Ci sono persone che riescono a segnare positivamente la vita di una comunità.
Suor Filomena ha sicuramente avuto questo ruolo a Duronia, un paese che lei ha così tanto amato da desiderare di esservi sepolta.

Abbiamo tutti voluto molto bene a questa religiosa che ora ci ha lasciato colpita da un male improvviso.
La porteremo sempre nel cuore con affetto, stima e riconoscenza, ricordando alle nuove generazioni il suo sorriso accogliente verso tutti, la sua fede grandissima nel Signore e la dedizione infaticabile nell'educazione dei bambini come nella cura delle anziane.

Molti gesti si potrebbero fare a perenne testimonianza dell'amore che tutti in paese portano per una persona che tanto si è spesa per la comunità.
Sonia Brindesi, una delle sue allieve nella scuola materna, ci ha dato l'idea di raccogliere dei fondi in sua memoria da destinare in beneficenza.

Chi vuole può dare a lei il proprio contributo che devolveremo in favore della Congregazione delle Suore Missionarie Francescane del Sacro Cuore magari per sostenere le opere di aiuto al prossimo che portano avanti in Italia e nel mondo.

Ci saranno altre forme di memoria a Duronia per suor Filomena Zito?

Noi ci auguriamo di sì, perché i testimoni del bene hanno bisogno di continuare a vivere con il ricordo di chi in qualche modo li ha resi partecipi di un progetto esistenziale.Umberto BerardoTrivento (CB), 3 marzo 2014

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    Nuovi siti di Missio e di Popoli e Missione, diretti da Giulio Albanese

    Trivento, 13 dicembre 2017News
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    L'8 dicembre il Vescovo Claudio presenterà un omaggio floreale alla statua del Cuore Immacolato di Maria

    Trivento, 7 dicembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia