QUARTA DOMENICA DI QUARESIMA | Diocesi di Trivento

News

QUARTA DOMENICA DI QUARESIMA

GESTI DI AMORE CONCRETO PER GLI ALTRI

1. L'amore nasce da Dio ed è un suo dono.

Dio ama tutti;anche noi dobbiamo amare tutti: vicini e lontani, amici e nemici. Gesù è modello di amore non solo con le parole ma con i gesti. Moltiplica i pani perché ha compassione della folla. Guarisce i malati senza guardare il sesso, la nazione. Ama fino a dare se stesso nel corpo e nel sangue: perdona chi lo mette in croce. L'amore non è sentimento ma aiuto concreto all'altro perché cresca. Gesù ci chiede di amare allo stesso modo. Dice: "Avevo fame e mi hai dato da mangiare, avevo sete e mi hai dato da bere, ero malato e sei venuto a trovarmi". L'amore nasce dalla fede. Dice: "Chi crede non è condannato". La fede si alimenta con la Parola di Dio: questa rivela che Gesù ci ama tanto da dare la vita per noi: per crescere nella fede e nell'amore bisogna meditare la Parola di Dio. Questa ci dice come Gesù ha amato, come ha trattato i piccoli, i poveri, i lebbrosi, i malati, i nemici.

Esprimiamo l'amore agli altri con un sorriso, con un gesto di comprensione, di pazienza, di cortesia: l'amore rende sublimi anche le cose piccole e semplici.

2. Una testimonianza di amore dei triventini verso il Camerun

A metà gennaio è arrivato in Camerun un container dall'Italia con materiale scolastico, abbigliamento e alimenti a lunga conservazione raccolti in Molise lo scorso mese di agosto. Vi è stato il contributo generoso anche dei coniugi Loreto e di Rosanna di Trivento. A loro è pervenuta una lettera di ringraziamento. Tra l'altro hanno scritto: "Grazie per il cartone con i succhi di frutta fatti in casa: sono stati subito dati ai i bambini. Abbiamo fatto grande festa gustando i sapori di terre lontane ma vicine di cuore.

Rivogliamo un forte e caloroso ringraziamento a tutti, alle associazioni e ai volontari che ci hanno permesso di far contenti i bambini accolti nelle strutture dell'Opera Mater Orphanorum del Camerun.

GRAND MERCI 

Campobasso, 21 febbraio 2015


3. Tante persone offrono vestiti e denaro.

Da diversi anni tante persone offrono vestiti nuovi: il Signore conosce chi li offre e le persone a cui vengono donati. Non è facile descrivere la gioia che provano le persone che li ricevono. Nel giornalino parrocchiale, ogni mese, viene reso pubblico la somma ricevuta per la Caritas Parrocchiale: non si dice, chi offre e a chi viene dato. Dio ricompenserà da par suo chi "si fa degli amici" con questo gesto di amore

4. Donare il proprio sangue è un atto di amore?

Lo scorso anno abbiamo riportato la relazione tenuta dal Presidente dell'Associazione Donatori di Sangue nella quale si diceva che il Molise, grazie ai donatori di sangue, copre le richieste.

Il cristiano è fermamente convinto che dare parte del proprio sangue a beneficio di chi ne ha estremamente bisogno sia un atto di vero amore del prossimo e anche un dovere.

5. Tanti triventini sono vicini agli anziani e alle persone malate.

Molti anziani di Trivento sono assistiti dai familiari: alcuni sono negli Istituti, altri sono assistiti da altre persone. Tutti sono assistiti bene: ringraziamo le persone che svolgono questo delicato compito.

Tanti triventini trascorrono un po' del loro tempo vicino agli anziani e ai ragazzi diversamente abili. Chi lo fa, prova una gioia grandissima. A volte basta la semplice presenza e il silenzio; altre volte è bello sorridere, dire parlare, compiere semplici gesti di amore. È bello STARE CON LORO, ASCOLTARLI, PARLARE, DARE GIOIA E SPERANZA. Si va perché SONO IMPORTANTI PER NOI, PER TUTTI!

6. Per chi ama, un nuovo campo di azione

Alle tante persone generose della nostra comunità, mi permetto di fare questa proposta...

Ci potrebbe essere il caso in cui, vicino alle persone anziane, malate e diversamente abili vi sia, quasi sempre, la stessa persona di famiglia. Questa persona ha pure bisogno, qualche volta, di uscire per comprare medicine, per fare spese, per fare visita ad una persona amica, per "stare" con i nipoti e i figli.

Sarebbe bello se qualcuno andasse da loro e dicesse: "Io sto qui! Tu esci tranquillamente".

7. Una preghiera per chi si trova in grande difficoltà

Un punto importante, Signore, è saper donare non il superfluo, ma il giusto, quello che ci spetta per equità e senso di responsabilità verso chi è in difficoltà. O Signore, o Fonte dell'Amore, illumina le nostre menti, fa che questi percorsi alternativi siano la meta per tutti. Sostieni e affianca i nostri fratelli e le nostre sorelle che si trovano per vari motivi in grande difficoltà. Tocca il cuore di coloro che continuano egoisticamente a percorrere altre strade e fa' che i diritti politici e sociali siano i pilastri su cui ricostruire una più salda coesione sociale e civile. Signore, aiutaci Tu a percorrere queste strade.Don Luigi Di Lella15 marzo 2015

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    Nuovi siti di Missio e di Popoli e Missione, diretti da Giulio Albanese

    Trivento, 13 dicembre 2017News
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    L'8 dicembre il Vescovo Claudio presenterà un omaggio floreale alla statua del Cuore Immacolato di Maria

    Trivento, 7 dicembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia