Calorosa accoglienza delle Figlie di San Camillo nella nostra Diocesi | Diocesi di Trivento

News

Calorosa accoglienza delle Figlie di San Camillo nella nostra Diocesi

Calorosa accoglienza delle Figlie di San Camillo nella nostra Diocesi

Nel tempio di Gerusalemme Gesù incontra il suo popolo, nel "tempio" della "Casa della Letizia" di Bagnoli del Trigno (IS) Gesù incontra le Figlie di San Camillo, gli anziani e gli infermi che verranno ospitati.

Domenica 2 febbraio 2020, con un Vespro solenne e una celebrazione liturgica molto sentita e partecipata, sono state accolte nella Parrocchia di Santa Maria Assunta, a Bagnoli del Trigno (Diocesi di Trivento), le Suore della Congregazione Figlie di San Camillo de Lellis, fondata da Madre Giuseppina Vannini nel 1892.

Le Religiose, sicuramente trepidanti di emozione e di attesa, hanno rinnovato, insieme agli altri Consacrati, il loro "sì" al Signore che le portate in un paesino per loro sconosciuto, ma pronto a farle sentire a loro agio e parte integrante della comunità.

La scelta della data non è stata un fatto casuale: in questo giorno, Festa della Presentazione del Signore, giornata per la Vita Consacrata e non solo, ricorre il 445° anniversario della Conversione di San Camillo de Lellis a Manfredonia nonché il 128°dal conferimento a Madre Giuseppina Vannini dello scapolare delle terziarie camilliane, fregiato della piccola Croce Rossa color tanè, che non può passare inosservata agli occhi di chi sa scorgere l'amore e lo spirito di servizio che contraddistingue l'operato di tutte le Suore, in particolare di quelle che si occupano di anziani e infermi, come lo spirito camilliano richiede.

L'insediamento in Diocesi del nuovo ordine di religioso è stato fortemente voluto da Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Claudio Palumbo che ha presieduto la cerimonia liturgica nel Santuario della Madonna di Fatima a Bagnoli, alla presenza di altri sacerdoti e religiose dei vari ordini della Diocesi, che offrono aiuto e testimonianza evangelica in vari paesi, in maniera attiva e operosa, unendo nello stesso momento, vita contemplativa e attiva.
Anche la Parola di Dio del giorno 2 febbraio sembrava accompagnare, con il fil rouge dell'incontro di Gesù con l'umanità, l'ingresso delle religiose nel loro incontro con la comunità dove il Signore le ha inviate per compiere la loro missione.

Durante l'omelia il Vescovo Claudio ha ribadito la necessità di conoscere e apprezzare i religiosi, la cui vita consacrata deve essere un continuo "scorrimento e rinnovamento per non imputridire come l'acqua stagnante". I consacrati sono "fiaccola e sentinella", danno voce a chi non ce l'ha; sono profeti che incarnano e portano Gesù nel mondo, soprattutto in alternativa alla cultura dello scarto, imperante oggi più che mai.

Il nuovo ordine religioso è stato accolto con gioia e immensa gratitudine anche dal Parroco, don Mauro Di Domenica, che ha ricordato la mancanza di Suore a Bagnoli del Trigno dal secolo scorso, al termine della seconda guerra mondiale. Il Sacerdote ha altresì ringraziato la presenza dell'intera Curia Vescovile, nella persona di Sua Eccellenza e dei suoi collaboratori, nell'accompagnare il nuovo percorso della "Casa della Letizia", struttura che non solo accoglierà anziani, ma che è già divenuta un "santuario" per la presenza di Gesù Sacramentato nella cappellina ivi realizzata, perché, come ricordato dal Vescovo, nella persona dell'anziano è presente Gesù stesso.

La Madre Generale delle figlie di San Camillo, Zelia Andrighetti, con la sua Vicaria Suor Rosanna Priore, ha ringraziato tutti per l'entusiasmo e il calore con cui è stata accolta la presenza delle consorelle da parte del clero e dell'intera comunità, ribadendo che la vocazione è un dono di Dio. Ha altresì ricordato brevemente i tratti salienti della vita di San Camillo de Lellis e la storia della fondazione della Congregazione che si stabilirà a Bagnoli.

Il Vescovo ha affidato le Figlie di San Camillo e tutti gli altri Consacrati alla guida della Vergine Santissima, esprimendo, a nome di tutti, il sostegno, l'augurio più sincero e la benedizione: "Ipsa propitia pervenis".

Silvia Di PaoloBagnoli del Trigno, 24 febbraio 2020

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Ma noi che famiglia siamo?

    Trivento, 25 febbraio 2020Foto e Video
  • descrizione

    Accolte in Diocesi le Suore della Congregazione Figlie di San Camillo de Lellis

    Bagnoli del Trigno, 24 febbraio 2020Foto e Video
  • descrizione

    Il saluto del Vescovo Claudio in occasione del convegno con il ministro Provenzano a Capracotta

    Capracotta, 30 gennaio 2020News
  • descrizione

    Incontro con il Cardinal Bassetti, presidente CEI

    Campobasso, 16 gennaio 2020Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia