Conferenza di S.E.R. Mons. Bruno Forte | Diocesi di Trivento

News

Conferenza di S.E.R. Mons. Bruno Forte

Conferenza di S.E.R. Mons. Bruno Forte Domenica 26 marzo 2006 la Diocesi di Trivento vivrà un altro momento intenso per la preparazione al Pellegrinaggio allaTomba di Giovanni Paolo II. Ad Agnone, alle ore 16.00, interverrà, su invito di S.E.R. Mons. Domenico Scotti, Vescovo di Trivento, al teatro italo argentino per una conferenza dal tema "IL MINISTERO DI PIETRO NELLA CHIESA COMUNIONE" S.E.R. Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti - Vasto, affermato teologo di livello internazionale.
Nato a Napoli il 1� agosto 1949, è stato ordinato Sacerdote a Napoli il 18 aprile 1973, dove ha svolto il ministero in diverse Parrocchie. Nel 1974 ha conseguito il dottorato in Teologia presso la Facoltà Teologica di Napoli-Capodimonte. Ha approfondito gli studi a Tubinga ed a Parigi e si è laureato in Filosofia a Napoli. Docente di Teologia dogmatica presso la Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, di cui è stato Preside, Membro della Commissione Teologica Internazionale è Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura e di quello per l'Unità dei cristiani. Autore di numerose pubblicazioni di teologia, filosofia e spiritualità, assai note anche a livello internazionale, ha presieduto la commissione preparatoria al documento -Memoria e riconciliazione-, che ha accompagnato la richiesta di perdono di Giovanni Paolo II nel Giubileo del 2000.Nominato Arcivescovo Metropolita di Chieti-Vasto il 26 giugno 2004, è stato ordinato dal Card. Joseph Ratzinger a Napoli l'8 settembre dello stesso anno, e ha ricevuto il Pallio da Benedetto XVI il 28 giugno 2005. È Presidente della Commissione Episcopale per la Dottrina della Fede, l'Annuncio e la Catechesi della CEI,nonchè membro della Commissione Permanente per il Sinodo dei Vescovi..
Mons. Bruno Forte è oggi uno dei più famosi e brillanti teologi italiani. Docente per moltissimi anni presso la Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, si è segnalato al grande pubblico per il libro "Gesù di Nazareth, Storia di Dio, Dio della Storia" (1981) in cui con un linguaggio immediato, luminoso e ricco presentava la figura di Gesù Cristo legandola anche alla tradizione spirituale e liturgica della Chiesa Italiana, affermando il legame profondo e di comunione di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo nell'evento storico dell'incarnazione del Figlio di Dio, e quindi arrivando ad approfondire le sue riflessioni nel saggio "Trinità come storia" (1985), in cui per la prima volta si coglie con chiarezza l'affermazione della sofferenza della Croce come sofferenza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e come l'azione del Dio Trinitario avvolga tutta la vicenda storica umana trascendola e portandola a compimento nella luce della Pasqua e in attesa della ricapitolazione di tutte le cose in Cristo. Altri saggi significativi da lui pubblicati sono La teologia come compagnia, memoria e profezia,. Introduzione al senso e al metodo della teologia come storia, San Paolo, Milano, l987; Il mistero della Chiesa, comunione e missione. Saggio di ecclesiologia trinitaria, San Paolo, Milano; L'eternità nel tempo. Saggio di antropologia e di etica sacramentale, San Paolo, Milano, l993; Teologia della storia. Saggio sulla Rivelazione, l'inizio e il compimento, San Paolo, Milano, l99l; Maria, la donna icona del Mistero, San Paolo, Milano, l989; La Chiesa nell'Eucarestia, D'Auria, Napoli, l975; La Chiesa, icona della Trinità, Queriniana, Brescia, l984; Laicato e laicità, Marietti, Genova, l986; Poetica della speranza: Corpus Christi, D'Auria, Napoli, l982; Sul sacerdozio ministeriale. Due meditazioni teologiche, San Paolo, Milano, l989; Piccola introduzione alla fede, San Paolo, Milano, l992; Piccola introduzione ai sacramenti, San Paolo, Milano,l994; Piccola introduzione alla vita cristiana, San Paolo, Milano, l995. Forte è inoltre coautore, insieme con Massimo Cacciari e Sergio Givone di Trinità per atei, Cortina , Milano, l997.

Di fronte al tramonto della ragione totalizzante, in un epoca dominata dal pensiero debole, Bruno Forte apre la sua meditazione filosofica, teologica e poetologica sulla crisi dell'io-soggetto all'ascolto dell'altro. La parola dell'altro è al centro del suo costante colloquio con le voci più significative della filosofia e della teologia del nostro tempo: da Heidegger a Bultmann e a Rahner, da Jaspers a Lévinas e a Mounier. La questione dell'altro si articola per Bruno Forte essenzialmente su cinque livelli: come evento di linguaggio interessa l'ermeneutica; come rivelazione appartiene alla teologia; come nominazione alla metafisica; come deterritorializzazione o esodo è un problema antropologico; e infine sotto il segno della storia si manifesta come resistenza, che ha trovato nel martirio di Dietrich Bonhoeffer la sua forma più alta.

Ultimamente, da brillante pastore della Chiesa Teatina - Vastese, a cui si sta dedicando con passione ed impegno, ha indetto nella sua Diocesi il Sinodo Diocesano, e anche se ha ridotto di molto gli impegni culturali, ha tenuto in marzo all'Università D'Annunzio una conferenza molto apprezzata dal tema "Può Dio soffrire?", all'università tedesca di Leuven in febbraio un intervento di alto spessore su "I fondamenti teologici del dialogo nell'ambito delle culture segnate dalla non-credenza e dall'indifferenza religiosa", sempre in marzo una conferenza teologica su "IL DIALOGO DELLA FEDE: LA SFIDA DEL DIO VIVO, L'ASSENSO CREDENTE E LA TRASMISSIONE DELLA FEDE" ai catechisti della sua diocesi.

Ad Agnone potremo ascoltare dalla sua parola viva, luminosa e penetrante il senso del ministero petrino nel mondo e nella Chiesa del nostro tempo, e gustare ancora di più il magistero di Papa Giovanni Paolo II di cui, l'Arcivescovo Bruno Forte, è stato uno dei più assidui collaboratori in stretta simbiosi con il Card. Joseph Ratzinger, di cui è stato consultore e consigliere ascoltato e fraterno, ed è stato da lui, oggi Benedetto XVI, personamente ordinato Arcivescovo di Chieti Vasto. Una grazia assolutamente da non perdere, come poche, quella di avere in Diocesi il piacere di poter ascoltare Mons. Forte, che quindi celebrerà solennemente l'Eucarestia nella Chiesa Maria Santissima di Costantinopoli, sempre ad Agnone, alle ore 18.00.
Don Francesco MartinoAgnone (IS), 21 marzo 2006

Ultime news

  • descrizione

    Una graditissima sorpresa

    Agnone, 20 novembre 2017News
  • descrizione

    GIORNATA MONDIALE DEI POVERI - Domenica 19 novembre 2017

    Trivento, 17 novembre 2017Caritas Diocesana
  • descrizione

    I GIORNATA MONDIALE DEI POVERI - MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO

    Roma, 17 novembre 2017La voce del Papa
  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia