Vogliamo salvare la famiglia dalla rottamazione! | Diocesi di Trivento

Riflessioni

Vogliamo salvare la famiglia dalla rottamazione!

Sabato il vescovo Scotti consegna ufficialmente a tutta la Diocesi il Piano Pastorale che avrà per soggetto principale la famiglia.

Come leggere e capire l’importanza di questo evento? Mi sembra giusto partire da un’osservazione, semplice e profondamente significativa, di Charles Peguy che scriveva : «Il cattolico è un ragazzo che arriva sulla strada e che trova ottimo il paletto segnaletico che c'è per tutti». Altri, invece, colti dalla mania del nuovo e di un falso modo di intendere la libertà, preferiscono fare piazza pulita di norme, indicazioni e prescrizioni, scelgono di unirsi con chi vogliono e lasciarsi quando vogliono, per poi ritrovarsi puntualmente a lamentarsi, ma con le ossa rotte, vittime della propria stessa imprudenza.

Papa Benedetto XVI, tempo fa, nel giugno del 2006 se non vado errato, nel discorso rivolto al nuovo ambasciatore dell'Uruguay presso la Santa Sede ha ricordato l'alto valore del matrimonio, "ridicolizzato" spesso dai mezzi di stampa, portatori di una cultura che nega i valori, e, riferendosi anche ai pacs, il Papa ha sottolineato come il matrimonio sia una unione prevista solo tra "uomo e donna", che i media invece denigrano "favorendo così l'egoismo e il disorientamento invece della generosità e del sacrificio necessari per mantenere vitale questa autentica cellula primaria della comunità umana".

Ma allora, qualcuno può mormorare, a che serve scrivere altro se già abbiamo in abbondanza le Sacre Scritture, il Magistero pontificio e montagne di testi di teologia e di pastorale? Perché, se vogliamo veramente restare fedeli al Maestro, al pensiero del nostro divino Maestro, non è un po’ noioso ripeterlo servilmente nei secoli dei secoli? Mentre, forse, la più fedele di tutte le intelligenti fedeltà consiglierebbe di trasportare il pensiero del Maestro, di trasferirlo alla nostra epoca, di tradurlo in un linguaggio incisivo, di trascriverlo sì integralmente, ma in un più moderno e appropriato linguaggio, man mano che i tempi si succedono e che i linguaggi si perfezionano, senza niente perdere della sua integrità, anzi facendogli acquistare maggiore praticità e dandogli lo spessore della programmaticità!

Gli edifici franano se e quando le fondamenta diventano instabili. Una famiglia frana sempre e solo dall'interno, infatti ogni suo componente è pienamente responsabile della sua stabilità e della sua crescita, a livello sociale e spirituale, perché se riflettiamo bene, in fondo in fondo, una persona è determinata unicamente da ciò che è: l’uomo non può essere valutato solo da ciò che possiede, o da quello che fa e ancora meno da ciò che dice, come purtroppo di solito avviene.

Sempre il Sommo Pontefice, appena giunto all'aeroporto internazionale di San Paolo in Brasile, nel maggio scorso, ha ribadito che la vita e la famiglia sono valori da difendere sempre e ha chiesto "il rispetto della vita, dal momento del suo concepimento fino al suo declino naturale", perché compito principale della Chiesa è indicare i valori morali di ogni situazione per formare i cittadini, perché possano decidere coscientemente e liberamente, e per assicurare il consolidamento della famiglia, come la cellula base della società.

Ecco perché ad un certo punto del Progetto il Vescovo Scotti scrive: <<Qui ci sono le spiegazioni del nostro immergerci, con tutto l’ardore e l’impegno possibile, in questo Progetto pastorale, in piena concordanza con le conclusioni del Convegno di Palermo che, precisamente con il dono della carità dentro la storia, al n. 37, recitano così: “La Chiesa che è in Italia intende affermare la priorità della famiglia fondata sul matrimonio, come soggetto ecclesiale […] Perciò si impegna a promuovere una pastorale organica con e per le famiglie”>>.

La famiglia è un bene sacro, da difendere dalla rottamazione propagandata, ahimè, anche dai responsabili della cosa pubblica.

don Mimì Faziolidi don Mimì FazioliTrivento (CB), 10 gennaio 2008

Ultime news

  • descrizione

    Concerti nelle chiese: trent'anni d'allegra anarchia

    15 novembre 2017News
  • descrizione

    Sabato 21 ottobre c'è stato il primo incontro di preghiera e di meditazione del Vescovo Claudio con le religiose della Diocesi di Trivento

    Trivento, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Conferenza in occasione dei 500 anni dall’inizio della Riforma protestante

    Vasto, 26 ottobre 2017News
  • descrizione

    Il nuovo parroco di Pietracupa don Simone Iocca

    Pietracupa, 21 ottobre 2017Foto e Video
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia