La cerimonia della Deposizione delle Reliquie di San Maurizio Martire a Schiavi D'Abruzzo | News

News

La cerimonia della Deposizione delle Reliquie di San Maurizio Martire a Schiavi D'Abruzzo

La cerimonia della Deposizione delle Reliquie di San Maurizio Martire a Schiavi D'Abruzzo

II giorno 21 Settembre 2008, nella Chiesa parrocchiale di San Maurizio Martire in Schiavi d'Abruzzo (CH), mons. Domenico Scotti, Vescovo di Trivento, ha presieduto la cerimonia solenne della deposizione delle reliquie di San Maurizio Martire in un nuovo, artistico e prezioso reliquiario di argento.

II rito ha compreso la recita dei Primi Vespri del Santo Martire durante la quale il Vescovo Scotti, nell’omelia, ha spiegato, in modo semplice ed efficace, l'importanza nella storia della Chiesa del culto delle reliquie.

Lo svolgimento del rito è stato il seguente: per prima cosa Mons. Scotti ha asperso il nuovo reliquiario con l'acqua benedetta. Successivamente il signor Antonio Di Domenica ha provveduto seduta stante a collocare le sacre reliquie del Santo Patrono e cucirle su un apposito cuscino, che è stato poi fissato sulla base del reliquiario. Subito dopo il signor Giovanni Cirulli, con l'aiuto del signor Francesco Di Biase, ha provveduto alla chiusura ermetica del reliquiario, sul quale l’Ordinario Diocesano celebrante ha apposto il suo sigillo in segno di autenticità e, mentre la Schola Cantorum eseguiva il canto del Magnificat, ha incensato di nuovo le sante reliquie.

Poi tutto il popolo festante ha cantato il Te Deum, come ringraziamento al Signore per la bellissima cerimonia che si avviava verso il suo epilogo, mentre il Vescovo mons. Scotti, il Parroco e Cancelliere vescovile don Erminio Gallo, i sacerdoti presenti, le autorità, sia civile che militare, e due laici, in rappresentanza dell'intera assemblea, hanno sottoscritto un verbale attestante lo svolgimento di tutta la celebrazione descrivendola nei minimi particolari. Una suggestiva fiaccolata ha posto fine all’indimenticabile serata di grande devozione e di salutare fede popolare.

In conclusione resta da dire ancora che, precedentemente, le sacre reliquie di San Maurizio Martire erano all’interno del busto ligneo del santo, venerato e celebrato in paese con due grandi feste annuali, una il primo giugno e l'altra il 22 settembre, durante le quali tutti i nativi di Schiavi residenti a Roma di soliti amano ritornare in paese. Forse però non è a tutti noto che la parrocchia di Schiavi ha conservato gelosamente e devotamente queste reliquie da quasi quattrocento anni, cioè fin dall’anno 1632, da quando in effetti mons. Scaglia le aveva donato, avendole ricevute da un suo zio, il cardinale Di Cremona, personaggio importantissimo nella Storia della Chiesa, perché si tratta dello stesso domenicano che, in qualità presidente del Tribunale dell’Inquisizione, aveva emesso la condanna contro Galileo Galilei.

Si celebra per ricordare e si ricorda per celebrare con più fede.

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali - Comunicato StampaSchiavi d'Abruzzo (CH), 22 settembre 2008

Ultime news

  • descrizione

    Nel Santuario di San Gabriele l’incontro annuale dei sacerdoti di Abruzzo e Molise

    Isola del Gran Sasso d'Italia, 16 ottobre 2017News
  • descrizione

    Le Comunità Neocatecumenali salutano il nuovo Vescovo Claudio

    Trivento, 13 ottobre 2017News
  • descrizione

    Frosolone: Don Luigi Ciotti ricorda Rita Atria in un incontro che fa memoria delle stragi di Capaci e via D'Amelio

    Frosolone, 11 ottobre 2017News
  • descrizione

    Una chiacchierata tra Alda Belletti e Don Costantino Carnevale

    Capracotta, 10 ottobre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia