MISSIONE POPOLARE A ROCCAVIVARA | Diocesi di Trivento

News

MISSIONE POPOLARE A ROCCAVIVARA

Dal 12 al 27 ottobre 2013 si è svolta a Roccavivara la missione popolare e a guidarci in questo cammino sono stati i padri passionisti: padre Pasquale Giamberardini,padre Sesto Giamberardini e padre Francesco Di Feliciantonio. Tanti gli eventi e le celebrazioni che hanno caratterizzato queste giornate.

Sono passati molti anni dall'ultima volta in cui nella nostra parrocchia si è svolta la missione popolare; in base ai racconti delle persone più anziane e alle verifiche fatte dal nostro parroco don Luca Mastrangelo, bisogna tornare molto indietro, e precisamente al 1950, motivo per cui si può dire che è stata una bella e nuova esperienza per la maggior parte dei rocchesi.

Durante queste due settimane si è respirata un'aria di festa. Ogni sera alle 21 ci incontravamo in tre centri d'ascolto in cui, sotto la guida dei padri, venivano trattati e approfonditi vari argomenti, dalla fede alle tematiche più attuali come il divorzio o le unioni tra gay.

Ma è nella prima settimana che il popolo rocchese la vissuto la più grande emozione: dopo 35 anni la Madonna del sorriso, la nostra amata Vergine di Canneto, è tornata tra noi. L'arrivo era previsto per le 17 del 18 ottobre ma fin dalla mattinata sono iniziati i preparativi; ogni balcone è stato rivestito con le coperte e i ricami più belli, ogni strada è stata illuminata e adornata con i fiori, tutto doveva essere perfetto per il ritorno della nostra Mamma! C'era un clima di emozione che non avevo mai percepito e quando la Madonna è arrivata all'entrata del paese, vedere le lacrime di gioia sul volto dei più grandi mi ha commosso. La chiesa era gremita di gente, tutti i rocchesi, anche chi ormai da anni non abita più qui, erano presenti.

Alla sera abbiamo portato la Madonna in processione per le vie del paese, nessuno poteva mancare. C'erano tanti bambini sulle spalle dei loro genitori che forse non avranno nemmeno capito il perché di tanto clamore, eppure i loro occhi hanno visto e fissato quelle immagini, che rimarranno sempre nei loro cuori, ed un giorno quando capiranno la grande devozione alla Madonna del sorriso, riapriranno i cassetti della loro memoria e potranno dire con gioia: io c'ero! La Vergine è rimasta a Roccavivara soltanto una notte, il mattino seguente dopo la messa, l'abbiamo riaccompagnata al suo Santuario a piedi portando la statua a spalla.

La sera di sabato 19 ottobre, si è poi svolta la Via Crucis con le riflessioni dei padri passionisti. Molti gli spunti che ci sono stati dati, soprattutto quello di vedere nella croce l'aiuto più grande che il Signore ci ha dato, cosicché nei momenti di difficoltà e di scoraggiamento, guardandola possiamo ricordarci quanto il Signore ci ha amato e ci ama.

Grande atmosfera di gioia è stata creata dai ragazzi delle scuole elementari e medie che attraverso i giochi e la realizzazione di cartelloni hanno scoperto che Gesù è il loro più grande amico. Con Padre Francesco hanno imparato tante canzoni e organizzato per la domenica una marcia della vita. Hanno girato tutto il paese dando la sveglia a chi era ancora a letto, gridando che chi è con Gesù è felice. Si sono divertiti talmente tanto in quei giorni, che al termine delle loro attività, che per loro finivano nella prima settimana, hanno chiesto di poter realizzare qualcosa che concretizzasse il loro percorso, e così hanno creato un mondo fatto di carta pesta con la mano di Dio a sorreggerlo.

La seconda settimana di missione è stata molto importante per noi giovani. Per tre sere ci siamo ritrovati tutti nella sala consiliare con padre Francesco come guida. Fin da subito lui ci ha detto che lo scopo di questi incontri non era darci delle risposte ma aiutarci a porci delle domande, prima fra tutte “Voglio davvero incontrare Gesù?”. Abbiamo capito di poter affidare tutto a Lui, le nostre gioie, i nostri dolori, le nostre preoccupazioni e i nostri desideri. Abbiamo crocifisso su una croce di legno i nostri progetti con la consapevolezza che se non si fossero realizzati è perché il Signore ha in serbo per noi programmi più importanti. Il momento più intenso è stato quello dell'ultima sera. Alla luce di una candela ci siamo seduti attorno alla croce ed ognuno ha rivolto la propria preghiera, poi abbiamo espresso un'intenzione comune: l'unione di tutti i giovani rocchesi.

La settimana è continuata con la veglia di preghiera per le vocazioni in cui abbiamo ascoltato la testimonianza di una novizia e letto quella di san Gabriele e con la messa per gli anziani durante la quale è stato loro somministrato il sacramento dell'unzione degli infermi. Tante le persone anziane e malate che nonostante la fatica, hanno voluto esserci per offrire le loro sofferenze al Signore e per ringraziare i padri passionisti che in quei giorni sono andati a fargli visita donando loro sorrisi e parole di conforto.

Infine a chiudere la missione c'è stata la festa della famiglia in cui tutte le coppie, durante la celebrazione eucaristica, hanno rinnovato le promesse matrimoniali.

Il giorno della partenza dei padri è stato molto difficile salutarli, avremmo voluto che rimanessero di più con noi. Siamo molto grati a don Luca per averci permesso di vivere questa bellissima esperienza che ha ravvivato la fiammella della nostra fede.

Insomma con la missione popolare abbiamo tracciato un sentiero ora non ci resta che percorrerlo.Francesca CarfagniniRoccavivara (CB), 18 novembre 2013

Ultime news

  • descrizione

    Ricordo della visita del compianto Mons. Antonio Riboldi a Castelguidone

    Castelguidone, 13 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    Nuovi siti di Missio e di Popoli e Missione, diretti da Giulio Albanese

    Trivento, 13 dicembre 2017News
  • descrizione

    La festa di San Nicola a Castel del Giudice

    Castel del Giudice, 7 dicembre 2017Foto e Video
  • descrizione

    L'8 dicembre il Vescovo Claudio presenterà un omaggio floreale alla statua del Cuore Immacolato di Maria

    Trivento, 7 dicembre 2017News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia