Sono esattamente dieci anni che don Antonio Cerrone è entrato nella Vita nuova del Risorto | Diocesi di Trivento

News

Sono esattamente dieci anni che don Antonio Cerrone è entrato nella Vita nuova del Risorto

Una foto di don Antonio Cerrone

Appassionato del sacro libro cultore,
Nemico tu sei stato di ogni ipocrita falsità,
Ti ricordiamo con forte e devota nostalgia.
Ognuno di noi ti è spiritualmente debitore
Nelle tue omelie esortavi alla fraterna carità,
Invitavi i fedeli a vivere con santa energia
Ora ci manca il tuo sorriso e il tuo amore.

Al di là della malattia che lo aveva fisicamente debilitato e gli aveva consunto il corpo, quel 20 giugno del 2009, la mente era sempre viva e la fede energica, perché la grazia di Dio lo aveva mantenuto vigile permettendogli di andare incontro al Signore risorto che lo attendeva sulla riva dell'eternità, meta che aveva sempre indicato come sicura ai suoi numerosi confidenti.

Sono certo che la semplicità, l'umiltà e la mitezza sono le virtù che hanno adornato la vita di don Antonio offerta al Signore, mettendosi a servizio dei fratelli nella sua vita sacerdotale, lavorando e servendo con docile disponibilità là dove l'obbedienza lo indirizzava: vicerettore e professore in Seminario dal 1954 al 1960, parroco di Torella dall'ottobre del 1960 all'estate del 1976, vicario generale fino al 2006, parroco della Cattedrale dal 1985 al 1999. Sicuramente è andato incontro con l'entusiasmo impaziente di chi, per tutta la vita, si è affidato a Dio e ha cercato in Lui il compimento delle attese più profonde e più vere della propria umanità.

Siamo certi che l'Amore immenso con cui Dio circonda la vita di ciascuno di noi, e che le fragilità e le ombre dei limiti insiti nella nostra natura umana non ci fanno accogliere in tutta la sua perfezione, rifulga ora agli occhi di don Antonio in tutta la sua potenza e chiarezza. L'amicizia, la fede e la preghiera ci suggeriscono che per questo Amore ora egli è davvero beato, felice, e non più transitoriamente, ma per sempre.

Nelle sue omelie, don Antonio, invitava a riflettere sul momento nel quale, passate le cose di questo mondo, ognuno avrebbe potuto sperimentare la Vita stessa di Dio, là dove non ci sarebbe più né dolore né pianto né esperienza della propria debolezza e delle proprie infedeltà, là dove albergheranno definitivamente la pace e la gioia, tanto anelate e invano possedute su questa terra.

In questo decimo anniversario della sua morte preghiamo e ci auguriamo che don Antonio possa finalmente godere pienamente di quella luce divina che appiana e rischiara le increspature del nostro pellegrinaggio terreno. Sì, ora ogni apprensione e ogni timore hanno per sempre lasciato il posto alla dolcezza dell'Amore senza fine con cui Dio Padre accoglie i suoi figli nel suo abbraccio comunionale.

Nella sua vita sacerdotale don Antonio ha indossato il grembiule per servire la comunità: dal lavoro impegnativo e continuativo nelle parrocchie e nella Curia. In tutto ha perseverato giorno dopo giorno nella sequela di Gesù e nel suo attaccamento fedele alla comunità, mantenendo sempre accesa la lampada della fede, della speranza e della carità. Sì, come, nella semplicità del suo cuore e della sua vita, ha sempre voluto bene a questa sua comunità triventina, egli continua ancora oggi a pregare perché il nostro sguardo non si posi distratto sulla scena di questo mondo, ma, nella luce del Vivente, sia sempre rivolto verso il Sommo Bene, Dio, presso cui rigenerare quotidianamente la nostra ricerca di Lui e la testimonianza del nostro reciproco amore.

La Vergine Maria, alla quale tante volte don Antonio aveva affidato la sua accorata preghiera e le sue forbite omelie, e le innumerevoli schiere degli Angeli e dei Santi gli siano compagni nelle dimore celesti dove il Signore Risorto, Via, Verità e Vita regna glorioso.

Ufficio comunicazioni socialiTrivento, 20 giugno 2019

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Cinquantesimo di sacerdozio di Don Gino Di Ciocco

    Agnone, 6 agosto 2019News
  • descrizione

    Le parole di ringraziamento di don Mimì per i suoi 50 anni di sacerdozio

    Trivento, 10 luglio 2019News
  • descrizione

    Le ricorrenze dei Sacerdoti di Frosolone

    Lanciano, 10 luglio 2019News
  • descrizione

    Messa di ringraziamento per i cinquant'anni di sacerdozio di don Mario Fangio

    Carovilli, 10 luglio 2019News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia