MONS. EDMONDO DE SIMONE | Diocesi di Trivento

News

MONS. EDMONDO DE SIMONE

Una foto di Don Edmondo de Simone all'arrivo del Vescovo della Diocesi di Trivento Mons. Santucci

Il 26 Aprile 1999, a quasi 84 anni, tornava alla casa del Padre don Edmondo. Era nato a Trivento il 12 Dicembre 1915. Ordinato Sacerdote il 20 Luglio 1941, dopo qualche anno di esperienza pastorale nella Parrocchia di Santa Croce in Trivento, dal 1946 fino al 1984 è stato Parroco della Cattedrale di Trivento.

Aveva ereditato dallo zio, Mons. Ennio De Simone, un forte spiritualità, una grande passione per gli eventi storici della città e della diocesi di Trivento, una devozione appassionata alla Madonna Addolorata. Devozione che ha trasmesso con tanto zelo anche nei fedeli della Parrocchia della Cattedrale. Ha coltivato con grande slancio la devozione verso i Santi Patroni, Nazario, Celso e Vittore.

Ha curato con tanto impegno, aiutato da parrocchiani sempre disponibili, la chiesa della Cattedrale, quella del Purgatorio e di San Nicola.

Era la memoria storica di Trivento, sia dal lato civile come da quello ecclesiastico. Ricordo che raccontava con abbondanza di particolari le vicende della Diocesi all'indomani della morte del Vescovo, Mons. Pio Augusto Crivellari ( 3 febbraio 1966). Come anche i tentatavi di ridare a Trivento un Vescovo residenziale, dopo le esperienze di Mons. Pietro Santoro, ausiliare dell'Amministratore Apostolico, Mons. Alberto Carinci, Arcivescovo di Campobasso, e di Mons. Achille Palmerini, prima Amministratore Apostolico, poi Vescovo di Isernia-Venafro e Trivento.

Finalmente, quando il 18 Marzo 1975, venne resa pubblica la nomina di Mons. Enzio D'Antonio a Vescovo di Trivento, ci fu un respiro di sollievo. La vita religiosa di Trivento riprese slancio. Le chiese tornarono a riempirsi in occasione delle feste religiose, Natale, Pasqua, Festa dei Santi Patroni, Quarantore. Don Edmondo si sentiva pieno di gioia. Un momento di amarezza fu nel 1977 lo smembramento delle Parrocchie di Castel di Sangro e Alfedena, che furono sottratte alla nostra Diocesi per essere aggregate alla Diocesi di Sulmona-Valva.
Ebbe sempre rispetto ed venerazione per i Superiori. Godette della stima dei Vescovi.

Dopo aver rinunciato alla cura pastorale della Parrocchia della Cattedrale, non si isolò, bensì collaborò con grande passione con il nuovo Parroco, Mons. Antonio Cerrone. Fu spesso chiamato ad animare Tridui, Novene, feste di Santi in quasi tutte le Parrocchie della Diocesi ed anche fuori Diocesi, in particolare a Torino di Sangro e perfino in Calabria dove si recava più volte all'anno dove ancora è ricordato per i suoi solenni panegirici. Era sempre simpatico ed alla mano con tutti. E tutti gli volevano bene. Ancora oggi, tanti lo ricordiamo con devota venerazione e con nostalgico piacere.

Ufficio comunicazioni socialiTrivento, 24 aprile 2019

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Cinquantesimo di sacerdozio di Don Gino Di Ciocco

    Agnone, 6 agosto 2019News
  • descrizione

    Le parole di ringraziamento di don Mimì per i suoi 50 anni di sacerdozio

    Trivento, 10 luglio 2019News
  • descrizione

    Le ricorrenze dei Sacerdoti di Frosolone

    Lanciano, 10 luglio 2019News
  • descrizione

    Messa di ringraziamento per i cinquant'anni di sacerdozio di don Mario Fangio

    Carovilli, 10 luglio 2019News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia