"QUARESIMA DI FRATERNITÀ", a cura del Centro Missionario Diocesano | Diocesi di Trivento

News

"QUARESIMA DI FRATERNITÀ", a cura del Centro Missionario Diocesano

È una proposta di animazione, promossa dal Centro Missionario Diocesano, rivolta a tutte le Parrocchie della nostra  Diocesi e a tutte le categorie, per preparare adeguatamente il "Tempo Quaresimale" secondo lo spirito missionario che deve animare la ormai ben collaudata "QUARESIMA DI FRATERNITÀ".

L'intento è di:

  1. Far viverela Quaresima come "tempo di grazia" e "tempo propizio" per giungere ad un "profondo rinnovamento interiore secondo lo spirito evangelico";
  2. Promuovere delle "prassi profetiche e solidali", individuali e comunitarie, capaci di aumentare la qualità della vita umana e della convivenza sociale.

Con questa Quaresima ci è chiesto di prestare orecchio, ossia di METTERCI IN ASCOLTO DEL GRIDO DEI POVERI, per fare maggiormente nostro il respiro affannato e dolorante di un mondo troppe volte ferito dalla violenza, ingiustizia e povertà. A questo proposito ci fa bene ascoltare cosa hanno scritto alcuni giovanialla diocesi di Padova nella lettera di conclusione del sinodo(capitolo 4.2: «Tra i sogni di realizzarci e i desideri di felicità che abitano in noi c'è anche la volontà di spenderci concretamente in scelte e gesti che esprimano il Vangelo e la sua proposta alta di vita bella e di amore, anche a servizio del bene comune e del prossimo, in particolare dei poveri. Sentiamo invece che il Signore ci chiama a essere sempre testimoni credibili, coraggiosi ed entusiasti del Vangelo, ad amare il mondo in cui viviamo e a porci in un dialogo costruttivo, con l'umiltà di saper ascoltare e senza la paura di parlare di Dio».

In concretoESPLOREREMO I FRUTTI CHE NASCONO DAL PRESTARE ASCOLTO AL GRIDO DEI POVERI, grido attraverso cui ci interpella il Signore stesso. Prestare ascolto al povero è prestare ascolto a Dio stesso, come afferma il Figlio dell'uomo, Gesù stesso, nella pagina del giudizio finale: «In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me» (Matteo 25,40). Il povero, lo straniero e il bisognoso, prima di essere "categorie sociologiche" sono "categorie teologiche", luoghi che ci permettono di conoscere il Dio vivente e quindi di entrare in comunione con lui.

Materiale utile Martiri Missionari

Don Pietro Paolo MonacoDiocesi Trivento, 28 marzo 2020

Potrebbe interessarti

  • descrizione

    Domenica di Pasqua - Resurrezione del Signore

    12 aprile 2020Commento al Vangelo
  • descrizione

    Venerdì Santo - Passione del Signore

    10 aprile 2020Commento al Vangelo
  • descrizione

    Il Venerdì Santo in diretta su TLT Molise

    Trivento, 9 aprile 2020News
  • descrizione

    La lettera del Vescovo Claudio ai sacerdoti in occasione del Giovedì Santo

    Trivento, 9 aprile 2020News
Licenza Creative CommonsLe informazioni e gli articoli pubblicati su questo sito sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia